Seguici su

Miami Heat

Mercato NBA: “forte interesse” dei Miami Heat per Bradley Beal

Che i Miami Heat vivano nel limbo delle squadre troppo buone per tankare, ma non abbastanza buone per puntare a traguardi importanti è una cosa ormai risaputa.

Il roster della squadra di coach Spoelstra è profondo, ma manca del talento necessario per ambire non tanto alla vittoria finale, ma anche a una buona run ai playoff. Inoltre la sovrabbondanza di guardie sta creando malumori tra gli interpreti meno utilizzati, come Dion Waiters e Wayne Ellington. Con Dwyane Wade alla sua ultima stagione NBA da giocatore e il salary cap ingolfato da contratti pesanti e pluriennali, le prospettive della franchigia di South Beach per il prossimo futuro non sono rosee. Tuttavia la squadra, coerentemente con la “culture” costruita da Pat Riley nel corso dei suoi anni di permanenza, non ha intenzione di iniziare a “giocare per perdere”, e è anzi sempre attenta sul mercato nel cercare soluzioni che la possano rendere più competitiva. L’interessamento estivo per Jimmy Butler è solo un esempio della continua, estenuante ricerca di una superstar da parte di Miami.

Il profilo giusto potrebbe essere stato individuato in Bradley Beal. La guardia dei Washington Wizards, complice l’assenza di John Wall, sta vivendo un anno di grazia e sta mettendo insieme numeri da vera superstar. Recentemente Beal ha raggiunto Oscar Robertson nell’esclusivissimo club dei giocatori in grado di realizzare più di una partita da almeno 40 punti 10 rimbalzi e 15 assist in una sola stagione. Un dato certamente impressionante, che la dice lunga sulle qualità del prodotto di University of Florida.

L’affare tuttavia è tutto fuorché in dirittura d’arrivo: in primo luogo ci sono le resistenze dei Washington Wizards che, sebbene abbiano messo praticamente tutto il roster sul mercato e non sembrino intenzionati a proseguire costruendo intorno alla coppia Beal-Wall, per cedere la loro guardia chiedono un non meglio specificato “prezzo astronomico“, che Miami potrebbe essere restia a pagare; e d’altro canto è improbabile che, con l’infortunio di Wall, i capitolini decidano di privarsi di Beal prima della deadline, e forse preferiranno esplorare eventuali trade la prossima estate. La situazione è comunque da tenere d’occhio.

Leggi anche:

NBA, Wayne Ellington si incontra con gli Heat per discutere del suo futuro

NBA, Dion Waiters a confronto con i compagni dopo le dichiarazioni sul suo impiego

NBA, Scottie Pippen spiega come si dovrebbe difendere su James Harden

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Miami Heat