Seguici su

News NBA

Vince Carter loda Zion Williamson: “Sarà pronto per l’NBA”

Carter non ha alcun dubbio: Williamson, che sta incantando gli addetti ai lavori, è pronto per giocare in NBA e ha tutte le carte in regola per essere scelto per primo al prossimo Draft

Tutti gli appassionati di NBA concorderanno sul fatto che, pensando ad un giocatore in grado di regalare schiacciate memorabili, Vince Carter è almeno nella top 3 di tutti i tempi.
“It’s over”, quella frase pronunciata allo Slam Dunk Contest del 2000 (ovviamente vinto) resta ancora uno dei momenti più leggendari della storia della lega.

Adesso, all’università di Duke, un ragazzone di 2,01 m per 130 kg, sta facendo spalancare gli occhi a tutti gli addetti ai lavori per via del suo immenso atletismo. Zion Williamson sta letteralmente dominando al college e si è candidato seriamente ad essere la pick #1 del prossimo Draft.
Tra i dubbi che circolano su di lui c’è il fatto che Williamson non sia altro che un grande schiacciatore e poco altro. Carter, che di atletismo è forse il massimo esponente della storia della lega, ha voluto dire la sua:

“Sarà pronto per l’NBA. Una cosa che ho imparato quando sono entrato nella lega è che sì, sono atletico, ma tanti altri lo sono. In cos’altro posso essere bravo? Penso che adesso stia attraversando questa fase, come ho fatto io. Tutti lo guardano e dicono ‘sa schiacciare’, ma ora con i ragazzi super atletici come lui si dice anche ‘cos’altro può fare?’ “

NBA Ready

Zion sta regalando schiacciate, stoppate e alley-oop chiusi al ferro con prepotenza già dai tempi dell’high school e i video dei suoi highlights spopolano in rete già da qualche anno, ma secondo Carter il futuro prodotto di Duke ha tutte le carte in regola per elevare ulteriormente il suo livello di gioco:

“È super, super atletico. Il suo corpo è gia pronto per la NBA. Penso che, più di ogni altra cosa, quando svilupperà il suo gioco andrà oltre ogni aspettativa”

“Ha ovviamente il potenziale per essere la scelta #1 del prossimo Draft, quando si candiderà. Penso lo abbiano capito tutti”

Leggi anche:

Rockets: tempi di recupero prolungati per Paul e Gordon

DeMarcus Cousins in campo dal 18 Gennaio

Jazz senza Rubio e Sefolosha per un paio di settimane

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA