Seguici su

New Orleans Pelicans

NBA, Anthony Davis fuori per un problema fisico

Anthony Davis resta fuori per un problema al gomito e i New Orleans Pelicans ottengono la prima sconfitta della stagione: per i Nuggets ci sarà bisogno del ritorno di The Brow

Nella sfida di questa notte i New Orleans Pelicans hanno subito la prima sconfitta stagionale da parte degli Utah Jazz, capaci di imporsi a suon di canestri e di strappare una vittoria in trasferta molto importante.
Un ruolo importante nella sconfitta dei Pelicans lo ha giocato sicuramente l’assenza della superstar della squadra, Anthony Davis, costretto a restare a guardare i suoi compagni senza poterli sostenere.
Secondo quanto ha affermato il coach di NOLA, Alvin Gentry, Davis ha accusato un problema al gomito destro, dove ha rimediato una distorsione in occasione della sfida poi vinta contro i Brooklyn Nets. Dopo aver subito questo piccolo infortunio, il gigante dei Pelicans ha continuato a giocare, siglando la vittoria della sua squadra con un’importantissima palla rubata negli ultimi secondi agli avversari.
Sebbene il problema non appariva come particolarmente grave, un dolore persistente ha indotto lo staff medico e Coach Gentry ad optare per lasciare Davis fuori dalla partita contro i Jazz senza correre alcun tipo di rischio.
Al posto di The Brow, ha fatto il proprio esordio in quintetto titolare uno degli ultimi arrivati in casa Pelicans: si tratta di Julius Randle.
Una buona prova del solito Mirotic e di Holiday non sono bastate ad oscurare la vistosa lacuna dovuta all’assenza di Davis, che sta mantenendo una media di 27.3 punti, 13.3 rimbalzi e 3.8 stoppate a partita, risultando per distacco il giocatore più incisivo della franchigia.
Lo staff medico e l’allenatore faranno altri test per verificare che il problema sia completamente riassorbito e che Davis non senta più alcun tipo di dolore prima di dargli il via libera per il ritorno in campo.
I fan dei Pelicans devono augurarsi un recupero lampo da parte della propria star: alla prossima ci sono i Nuggets e la sensazione è che senza Davis, non si vince.

 

Leggi anche:

NBA, Austin Rivers: “I Wizards mi hanno voluto per la mia aggressività”

NBA: LeBron è il sesto marcatore della storia, superato Dirk Nowitzki

NBA, Beal e Wall criticano i compagni: “Alcuni sono più concentrati su chi si prende i tiri in campo che sul vincere le partite”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in New Orleans Pelicans