Seguici su

News NBA

George Karl rammaricato per le polemiche sul suo libro

L’ex coach dei Nuggets e dei Kings fa marcia indietro su alcune dichiarazioni estrapolate dalla sua biografia, che hanno alzato un vero e proprio polverone tra diverse star dell’NBA.

Karl

Sono passate ormai diverse settimane dalla deflagrazione del caso Karl, durante le quali si sono susseguite le risposte di alcuni dei giocatori direttamente coinvolti nella vicenda, decisamente non entusiasti per il trattamento a loro riservato.

La vicenda nasce con la pubblicazione della biografia di George Karl, dal titolo “Furious George” nella quale sono contenute diverse considerazioni al vetriolo al riguardo di diversi giocatori allenati dal coach nel corso della sua carriera. Tra le personalità citate troviamo giocatori del calibri di Carmelo Anthonyconsiderato dall’allenatore una primadonna, e Kenyon Martinla cui risposta sui social non si è fatta attendere

Il coach stesso, inizialmente sorpreso per le reazioni negative suscitate, dopo aver però capito in che genere di errore fosse incappato, ha deciso di correggere il tiro per il polverone suscitando, rilasciando la seguente dichiarazione nel corso della trasmissione NBA A to Z:

“La paternità (parlando di Kenyon Martin) è molto importante per me, e ne ho fatto un obiettivo, sembra come se fosse l’unico tema trattato, e che ho detto malamente, ho scritto malamente, ed è stata letta male nel libro. E la cosa che maggiormente mi rammarica è quella di aver offeso alcune madri. La madre di Kenyon Martin è una delle grandi madri della NBA, e non avrei mai voluto sottrarre nulla da queste famiglie ma sopratutto madri speciali”.

Parole di riconciliazione dunque per George Karl, che al termina dell’intervista ha inoltre tenuto a specificare un suo augurio per il suo futuro con i giocatori da lui citati:

“Credo e spero che per me, una volta che la tempesta si sarà perlomeno un po’ calmata, ci sia la possibilità con Martin, J.R., Melo e chiunque altra persona che si senta chiamata in causa di avere una conversazione da uomo a uomo, sarei totalmente aperto a questo genere di soluzione”.

Rajon Rondo: “C’era troppa tensione tra Cousins e Karl. Mai visto niente di simile”

Karl attacca Lillard, Coach Stotts lo difende: «Non si immischi»

J.R. Smith difende ‘Melo e K-Mart da Coach Karl

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA