Seguici su

Atlanta Hawks

Howard:”la gomitata a Zeller? Non devo chiedere scusa a nessuno!”

L’ex centro dei Lakers è stato espulso nella partita contro gli Hornets per aver tirato una gomitata a Zeller: “stavo difendendo il territorio, non devo chiedere scusa a nessuno”.

howard

La scorsa notte gli Atlanta Hawks hanno perso lo scontro al vertice contro i sorprendenti Charlotte Hornets. Quando mancavano 5:38 alla fine della partita, Dwight Howard ha ricevuto un flagrant 2 per aver tirato una gomitata in testa a Cody Zeller, venendo quindi espulso dal campo. Nel post-partita l’ex centro di Orlando Magic e Los Angeles Lakers è tornato sull’episodio incriminato:

“Non ho provato a colpirlo intenzionalmente in faccia, il mio compito è di difendere casa nostra, a tutti i costi. Per questo motivo, non devo chiedere scusa di niente.”

Howard, che ha chiuso la partita con 10 punti e 18 rimbalzi, è stato difeso anche dal compagno di squadra Paul Millsap:

“Episodi come quello di Dwight succedono durante una partita. Purtroppo, gli Hornets hanno sfruttato l’episodio dell’espulsione di Howard a loro vantaggio: è stato come mettere della benzina nel loro serbatoio.”

La conferma di ciò è arrivata proprio dalla “vittima” della giocata di Howard, ovvero Cody Zeller:

“Ho preso parecchi colpi ieri sera, ma sapevamo che sarebbe stata una partita fisica. L’espulsione di Howard è stata un episodio chiave della partita, perché agli Hawks è venuta a mancare un’importante opzione offensiva, e noi ne abbiamo approfittato.”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Atlanta Hawks

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.