Seguici su

L.A. Lakers

Cousins e il litigio con Julius Randle: “Niente di serio, è il mio fratellino”.

Il centro dei Kings ha parlato della difesa al limite dei Lakers (che però ha portato LA alla vittoria contro Sacramento) e dell’alterco con l’altro ex-Kentucky Julius Randle avvenuto a fine partita

Cousins

Stanotte, nella vittoria dei Los Angeles Lakers sui Sacramento Kings per 101-91, si sono sfidati due alumni di University of Kentucky: Julius Randle e DeMarcus Cousins. Al termine della partita i due si sono affrontati a muso duro, dopo alcuni contatti al limite subiti da Cousins nel corso della gara.

FRATELLI

Cousins, a distanza di qualche ora dall’accaduto, ha gettato acqua sul fuoco in un’intervista rilasciata a TNT:

Niente di serio, era solo un po’ di caro vecchio “Kentucky Love”. Randle è il mio fratellino.

Ma ha comunque parlato senza giri di parole della difesa arcigna dei Lakers:

Il piano partita di Los Angeles consisteva nel colpirmi, nell’usare il fisico contro di me in modo spregiudicato. Devo ammettere che ha funzionato, perché abbiamo perso, ma è triste che la squadra avversaria ti faccia capire dalla palla a due che è intenzionata a buttare la partita sui contatti al limite. Devo imparare a essere più forte anche della difesa sporca degli avversari, non devo farmi prendere dalla frustrazione.

I Kings, dopo la sconfitta arrivata la scorsa notte, sono 4-6 in regular season. Ennesima prestazione eccellente – botte o non botte – di Cousins non sfruttata: 28 punti, 9 rimbalzi, 4 assist e losing effort.

NEWS NBA

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Lakers

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.