Seguici su

News NBA

Chalmers si fa male da solo: Grizzlies falcidiati

Altro infortunio in casa Memphis che perde anche l’ex play degli Heat, finito k.o. durante l’ultima partita contro Boston: un’altra gatta da pelare per Joerger

chalmers

Mario Chalmers è solo l’ultimo dei Memphis Grizzlies a riempire l’infermeria: l’ex giocatore dei Miami Heat è uscito anzitempo dalla sfida persa a Boston contro i Celtics 116-96 a causa di un problema al piede.

L’infortunio è avvenuto sul 64-61 per i padroni di casa quando sul cronometro mancavano 7 minuti per concludere il terzo quarto di gioco: ricadendo da un tiro in sospensione dalla lunga distanza, Chalmers ha subito evidenziato un dolore al piede destro zoppicando in maniera vistosa e cercando di ritornare in difesa a stento, tant’è che è stato portato negli spogliatoi a braccia da alcuni inservienti di Memphis.

Chalmers non ha poi fatto ritorno nella contesa. Tuttavia il problema al piede non appare per nulla lieve: il prodotto di Kansas è dovuto uscire dal TD Garden su una sedia a rotelle perché anche con le stampelle risultava difficoltoso anche solo appoggiare il piede a terra. Ulteriori approfondimenti ed esami specifici verranno eseguiti nella giornata odierna: il ventaglio delle ipotesi va da una distorsione seria alla caviglia alla rottura del tendine d’Achille, a uno strappo al polpaccio.

L’ennesimo infortunio in una stagione drammatica sotto il profilo fisico per i Grizzlies, che nella trasferta bostoniana potevano contare su una rotazione ridotta a soli 8 giocatori. Chalmers infatti era partito in quintetto al posto di Mike Conley, fermo anch’egli per un fastidio al piede sinistro, ma la lista degli indisponibili è lunga: Chris Andersen, alle prese con una sublussazione alla spalla sinistra, Marc Gasol – per lui stagione finita per la frattura di un piede – Brandan Wright, lungodegente da alcuni mesi, e Zach Randolph, anche se quest’ultimo dovrebbe rientrare a breve.

Un’annata storta per coach Dave Joerger, che ogni sera deve fare i salti mortali per mandare in campo una squadra all’altezza nonostante le numerose e pesanti defezioni. In ogni caso i Grizzlies – dimezzati e incerottati – sono sempre lì, al quinto posto nella Western Conference con 38 vinte e 26 perse, segno che la squadra è solida, non molla mai sebbene tutte le difficoltà e venderà cara la pelle nei Playoffs che scattano tra un mesetto.

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.