Seguici su

Miami Heat

LeBron James pronto alla sfida:”Nate Robinson posso marcarlo io”

Dopo la debacle in gara-1, che li ha visti sconfitti 93-86 a Miami, gli Heat sono decisi a tornare alla carica in gara-2 e a riprendersi il fattore campo. Tuttavia la difesa di Miami nell’ultimo quarto della gara precedente ha suscitato parecchie perplessità; in particolare il parziale di 35-24 dell’ultimo periodo di gioco suona come un campanello d’allarme per LeBron James e soci, chiamati in gara-2 alla concentrazione più assoluta su entrambi i lati del campo, per rimettere la serie in equilibrio. In particolare Miami in gara-1 ha sofferto un problema che già i Brooklyn Nets prima della squadra di Spoelstra avevano affrontato con difficoltà ai playoff: Nate Robinson.

La guardia dei Bulls ha firmato 9 degli ultimi 12 punti di squadra nella gara precedente e vani sono stati i tentativi del coaching staff di Miami di arginare la marea Robinson: cosicché a farsi avanti per difendere sul no.2 di Chicago è stata la stella della franchigia della Florida, LeBron James, che ha dichiarato:

“Non sarei sorpreso se il coach mi chiedesse di difendere su Robison nelle fasi più calde della partita. In ogni caso io accetto la sfida di difendere su chiunque.”

Queste, dunque, le parole di un LeBron James sicuro di sé e già pronto e concentrato per scendere in campo stasera con la voglia di prendersi una bella rivincita su una delle rivali più agguerrite dei suoi Heat. Non resta che aspettare stanotte allora, a partire dall’1.00 (ora italiana) per goderci lo spettacolo dei playoff NBA, in gara-2 tra Miami Heat e Chicago Bulls, all’American Airlines Arena di Miami.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Miami Heat