Seguici su

Toronto Raptors

Rudy Gay e il tiro alla fune con Memphis: “Non ero più il giocatore su cui contare”

 

Con uno sguardo al passato,  Rudy Gay  ripensa ai tempi dei Grizzlies. Ai microfoni di yahoo sports dichiara che il suo talento di realizzatore e go to guy   a Memphis, non ha mai avuto modo di fiorire.  Adesso è in forza ai Toronto Raptors e crede di valere fino all’ultimo centesimo, i 16 milioni di dollari che guadagnerà quest’anno.

“Avevo bisogno di una chance per dimostrare il mio valore. Un nuovo scenario, altri obiettivi.  Qualcosa  a gui aggrapparmi per cambiare aria. Avevo bisogno di una nuova sfida.  A Memphis non ero più il giocatore su cui contare. Qui a Toronto mi sono rimesso alla prova e la gente sta vedendo la pasta di cui sono fatto”.

Sfida lanciata dal GM dei Raptors Bryan Colangelo, che ha visto nell’ ala piccola di Memphis una piccola miniera d’ora per il presente poco roseo di Toronto. Voci di corridoio danno già per scontato un’estensione del contratto di Gay, anche se quello attuale è valido ancora fino alla stagione 2014-15, annata in cui Rudy avrebbe una player option da 19 milioni di dollari. I raptors possono offrire un’estensione di soli due anni, visto che per un’estensione più lunga , Gay dovrebbe essere nel suo 4° anno di contratto. Fino ad oggi, la trade è stato un buon affare per Toronto. Da quando si è unito ai Raptors, Gay sta viaggiando a 20.9 punti, tirando con il 38% nelle ultime dieci uscite. Toronto è 7-8 dal suo arrivo e Gay è già stato protagonista di due tiri della vittoria.

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Toronto Raptors