Warriors, Curry non è preoccupato dalle critiche

Warriors, Curry non è preoccupato dalle critiche

L’MVP degli ultimi due anni non si lascia condizionare dai suoi detrattori

Dopo una stagione come quella passata, caratterizzata da numeri incredibili, era immaginabile che quest’anno Steph Curry non riuscisse a ripetere le prestazioni, almeno dal punto di vista statistico, che hanno caratterizzato la stagione 2015-2016, ma, secondo le parole dell’MVP, tutte le discussioni di questi giorni che parlano di sue difficoltà, sono quasi ridicole.

Si, ho sentito le parole ‘crisi’ e ‘anno negativo’ e tante altre usate per descrivere qualcosa che per me non è un problema. – ha dichiarato Curry ai microfoni di Chris Haynes di ESPN – Cerco ovviamente di mantenermi al più alto livello possibile. Nonostante ciò, in questo momento della stagione, non ho ottenuti i numeri dello scorso anno, ma non sono preoccupato, perchè è un anno diverso. Ogni tiro che prendo, sono fiducioso che entrerà, e durante il corso della stagione mi aspetto che questa mia confidenza si mostrerà con il tempo. 

Nonostante le sue percentuali al tiro non siano migliorate di molto, durante questi primi giorni del 2017 le medie di Curry sono cresciute costantemente, grazie ai 32 punti, 5.5 assist e 4.5 rimbalzi fatti registrare sin ora a gennaio.

È questa la cosa più comica, – ha poi aggiunto Curry – perchè se guardo ai numeri posso dire che vorrei avere queste ‘crisi’ tutti i giorni della settimana. Ma so che questa sarà una stagione lunga e ci sono ancora molte partite da giocare. Cerco di non farmi condizionare da voci senza senso. È una stagione ricca di emozioni, e lo sarà fino alla fine.

Non importa che cosa dicono i numeri. Le uniche cose di cui mi preoccupo sono di fare al meglio il mio lavoro e le vittorie di squadra, sono queste le uniche cose che contano. 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy