Media Day – Le dichiarazioni degli Orlando Magic

Media Day – Le dichiarazioni degli Orlando Magic

Le parole dei maggiori protagonisti della franchigia della Florida nel Media Day

Commenta per primo!

D.J Augustin: ” Sono emozionato di essere qui. Il mio obiettivo è fare di tutto perché la squadra possa vincere, qualsiasi cosa serva, qualsiasi cosa di cui abbia bisogno il coach. Vogel? E’ molto concentrato sulla difesa, vuole intensità tutte le sere. Perfetto per giocare con Payton? Sì, penso di sì. Lui è un grande giocatore, molto giovane. Si è allenato molto durante l’estate e lo sta dimostrando durante gli allenamenti. Proverò ad aiutarlo in qualsiasi maniera possibile, così come farò con tutti i miei compagni. Ibaka e Biyombo? Porteranno grande pressione sui lunghi avversari, ci proteggeranno in fase difensiva. I Playoffs come obiettivo? Assolutamente sì! Sono quattro anni che i Magic mancano i Playoffs. Quest’anno sono senza dubbio il nostro obiettivo. Cosa porterò alla squadra? Porterò leadership, dovrò controllare la palla, mettere a segno più tiri possibili. Fare qualsiasi cosa serva. Squadra più difensiva che offensiva? No, penso che sia una squadra molto equilibrata, che userà la difesa per creare a livello offensivo. Abbiamo dei grandi stoppatori che ci aiuteranno a spingere in transizione e a prendere tiri facili.”

Biyombo: “Giocare le Finals? Andare così avanti nei Playoffs è una delle cose più belle che possa succedere. Ti godi il momento mentre giochi, però alla fine devi guardare all’intera stagione, e il viaggio per arrivare ai Playoffs è stato incredibile. A quei livelli non esiste più “Io”, tutto gira intorno al “noi”. Finché stiamo insieme come squadra le cose andranno bene e potremo guardare molto lontano. Ibaka? Abbiamo un grande rapporto, è come un fratello per me. Veniamo dallo stesso paese( Congo, ndr) e siamo molto contenti di giocare nella stessa squadra. Oltre a questo, è un grande lavoratore, molto competitivo, lavora duramente tutte le sere. Ciò che però mi ha maggiormente colpito di lui è la persona che è fuori dal campo, il modo in cui aiuta le persone nel nostro paese, inviando grandi donazioni. Questo è tutto quello che posso dire su di lui.”

Ibaka: “Come sarà giocare con grandi difensori? Sarà molto emozionante, ti aiutano a fare un passo fuori dalla tua “comfort zone”. Sarà molto divertente giocare con loro in fase difensiva. La trade? Sono rimasto un po’ sorpreso la mattina, ma è normale. Ho giocato ad OKC per 7 anni, è normale. Subito dopo però sono stato molto felice, non vedo l’ora di iniziare. Un ruolo da maggior protagonista? Sono pronto per questo momento. Mi sono allenato duramente per questa occasione, per sette anni. Sono pronto. Giocare con Vucevic? Siamo perfetti insieme. Lui segna molti punti in post basso e io potrò aprire il campo molto più spesso. Sarà perfetto per entrambi giocare insieme. Più in generale però penso che come team ci aiuteremo molto l’uno con l’altro, in moltissimi modi. Ad esempio, il fatto che io possa “cambiare” ripetutamente aiuterà molto i miei compagni. Giocare le Finals? Ruota tutto attorno alla fiducia. Tutti devono credere nei propri compagni e tutti devono svolgere il loro compito. Quando tutti hanno compreso il loro compito e lo svolgono ad alti livelli, il team ne beneficia. Giocare con Biyombo? Siamo molto contenti di giocare insieme. Stopperemo qualsiasi cosa! Vogel? E’ uno dei coach che osservavo tutte le volte che lo affrontavo per vedere come faceva giocare la squadra in fase difensiva. Portava le sue squadre ad un livello altissimo. E’ davvero un grande coach.”

Gordon: “I viaggi a Las Vegas e in Cina? E’ stato incredibile! A Las Vegas con il USA Select Team è stato divertente, competitivo, davvero bello. Anche in Cina è andata molto bene. Siamo stati nelle zone più povere del paese e abbiamo cercato di “aiutarle” con il basket. Due viaggi diversi, ma entrambi con molti benefici. Giocare più tempo da 3 con i nuovi lunghi? Mi sento più a mio agio, sì. Questo perché ho più possibilità di tirare e spaziare sul campo. Per questo motivo mi sto concentrando molto sul tiro e su come portare palla al meglio, proprio perché con i nuovi innesti dovrò giocare molti più minuti da 3, e dovrò farmi trovare pronto al tiro. Qualche schiacciata da mostrare? Sì, ne ho ancora un paio!”

Coach Vogel: “Media Day? E’ andato molto bene! Vedere tutti questi ragazzi con la divisa mi ha emozionato molto. A Orlando invece le cose vanno benissimo. I tifosi, l’organizzazione…tutto molto bene. L’estate? E’ stata un’estate “pazza”. Quando si è liberato questo posto, anche se stavo avendo colloqui con altre squadre, questo è passato subito in cima alla lista: in Florida, grande organizzazione, un roster molto giovane simile a quello che ho allenato a Indiana. Abbiamo davanti molti anni di successi in postseason. Aspettarsi partite con punteggi molto bassi? Spero di no. Mi piace molto la difesa, ma mi piace molto anche andare su e giù per il campo. Vogliamo essere una squadra divertente e far divertire i nostri tifosi. Quante triple a partita? Non posso dirlo, dovremo prendere i tiri giusti. Dovremo avere il coraggio di prendere le triple aperte. Quando le difese ci daranno la possibilità anche 30/35 a partita. Cosa preferita di Orlando? Direi il tempo, ma fino ad adesso è stato davvero molto caldo, perciò dico le previsioni per l’inverno. I Playoffs? Sono un obiettivo, per me sono un’aspettativa, direi, perché penso che abbiamo le potenzialità per farcela. E’ tempo per questi ragazzi di fare un passo avanti e crescere. La franchigia è pronta, i tifosi sono pronti. Non vedo l’ora di iniziare!”

Payton: “La offseason? E’ andata bene, è stata la prima volta che non ho dovuto fare la Summer League. Vogel è un grande coach,  attivo con la squadra, molto attento alla difesa. Per me è veramente emozionante lavorare con lui, è molto importante imparare da persone che hanno vinto. Su quale aspetto del mio gioco ho lavorato di più? Durante le vacanze ho lavorato molto sul mio tiro, così come su ogni altra componente: passaggi, difesa…E’ difficile sceglierne uno in particolare ma se devo scegliere dico il mio “jump shot”. Sono molto emozionato per il nuovo roster: avere giocatori come Serge, Jeff, D.J porterà grande leadership a questa squadra. Tagliare i capelli? Quando vincerò il titolo!”

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy