Serge Ibaka: “Non ho chiesto di essere ceduto”

Serge Ibaka: “Non ho chiesto di essere ceduto”

Il nativo del Congo con passaporto spagnolo non pensava di lasciare OKC, ma si dice comunque pronto alla sua nuova avventura a Orlando

Ibaka

Durante la notte del Draft 2016, il 23 giugno, Serge Ibaka era a cena in un ristorante parigino, quando il suo telefono ha cominciato a squillare con continui messaggi e chiamate che parlavano di un suo passaggio agli Orlando Magic. Il 26enne ha però raccontato di aver spento il cellulare dopo i primi messaggi, convinto che si trattasse di semplici rumor. Solo la mattina successiva sono arrivate le conferme da parte del suo agente, che lo ha informato che la Florida sarebbe stata la sua nuova casa.

Nonostante nei giorni precedenti al Draft ci fossero state molte voci riguardanti una partenza di Ibaka da OKC, lo stesso giocatore ha tenuto a precisare, a Sports Illustrated, che non ha mai richiesto di essere ceduto.

Lascio che sia il mio agente a gestire la parte economica. Mi concentro solo sul basket. Non sono il tipo di persona che richiede di essere scambiato, e sarei stato felice di restare ai Thunder. Giocare in NBA era il mio sogno, e sarei felice di giocare ovunque“.

Dopo i 7 anni passati ad Oklahoma City, però, lo spagnolo non ha nascosto il suo disappunto per il fatto che il gruppo formato da lui, James Harden, Kevin Durant e Russel Westbrook, e ormai ridotto ai minimi termini con solo quest’ultimo rimasto in maglia bianco azzurra, non sia mai riuscito a vincere un anello, aggiungendo però anche di aver vissuto tante bellissime esperienze in questi anni che non dimenticherà mai.

Dopo aver giocato in una squadra da titolo per molti anni, per Ibaka, quella di Orlando è una sfida, oltre che una squadra, completamente nuova: “Mi sento come se fossi di nuovo un rookie. Sono eccitato di essere ad Orlando. So che potrebbe sembrare incredibile ad alcuni, ma sono davvero eccitato di passare da una contender come Oklahoma City ad una squadra in ricostruzione… Ma ora giocare per Frank Vogel (anche lui pronto ad una nuova esperienza dopo molti anni ad Indiana), un coach che si concentra molto sulla difesa, sarà una fantastica esperienza. Abbiamo un gruppo di atleti giovani e atletici, e sarà molto divertente. Non vedo l’ora di indossare la divisa dei Magic durante la prima partita“.

Dopo una stagione 2015-2016 in cui ha fatto registrare 12.6 punti, 6.8 rimbalzi e 1.9 stoppate, l’obbiettivo di Ibaka sarà entrare nuovamente nel primo quintetto difensivo della lega, magari anche raggiungendo i playoff con i nuovi Magic.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy