Seguici su

News NBA

Pop ha chiesto a Kobe di aiutare Kawhi Leonard

Dopo il ritiro, Kobe Bryant farà da mentore per i futuri campioni della lega, a cominciare dal giocatore degli Spurs

Durante l’ultimo incontro tra San Antonio Spurs e Los Angeles Lakers del 6 febbraio, conclusosi 106-102 per la squadra Texana, uno degli scontri più interessanti del match è stato senza dubbio quello tra Kobe Bryant e Kawhi Leonard. Un grandissimo attaccante (tanto che lo stesso coach Pop lo ha paragonato a MJ) contro uno dei più promettenti difensori della lega (già vincitore, dopo essere stato scelto al draft nel 2011, di un DPOY e di un titolo di MVP delle Finals), con quest’ultimo in grado di limitare per la gran parte della partita Kobe, facendogli sudare i suoi 25 punti, arrivati, infatti, solamente dopo 28 conclusioni dal campo.

Dopo la partita Bryant ha dichiarato di aver discusso per un po’ con Gregg Popovich, proprio di Kawhi Leonard, ed il coach di San Antonio ha chiesto al Black Mamba di aiutare il 24enne con la maglia numero 2 sulle spalle a migliorare. Questa è stata la risposta di Kobe: “Lo farò, sicuramente. Penso che abbia un incredibile potenziale e potrà solo migliorare, quindi, se avrò la possibilità di aiutarlo a fare meglio, lo farò senza dubbio.

Con delle medie stagionali che recitano 21.2 punti, 6.8 rimbalzi e 2.6 assist a partita la stagione di Kawhi Leonard è sicuramente positiva, e non c’è dubbio che aiuterà anche i suoi nella corsa alle Finals. Quest’estate, però, la destinazione dell’ex San Diego State, sarà la California, per allenarsi con il Black Mamba e per migliorare ancora di più il suo gioco.

“Sarò sempre presente per aiutare questi ragazzi”, ha aggiunto Bryant, che ancora una volta si  è dimostrato un grande personaggio anche lontano dal parquet.

Jacopo Cigoli

@JacopoCigoli

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in News NBA