Davis, sfortuna infinita: infortunio al ginocchio sinistro

Davis, sfortuna infinita: infortunio al ginocchio sinistro

Ennesimo infortunio stagionale per il numero 23 dei Pelicans: previsti accertamenti nelle prossime ore

Anthony Davis

Prosegue senza sosta la sfortunatissima stagione di Anthony Davis. Durante la partita di ieri notte contro i Portland Trail Blazers (vinta poi da quest’ultimi per 117 a 112), il numero 23 ha dovuto abbandonare la partita al termine del primo tempo per un infortunio al ginocchio sinistro. L’entità del problema fisico non è ancora nota (durante il post-partita Alvin Gentry ha parlato di un “dolore al ginocchio”), ma nelle prossime ore le condizioni di Davis verranno esaminate in maniera più dettagliate.

Per Davis si tratta dell’ennesimo infortunio stagionale, anche se il numero di partite saltate quest’anno non è poi così alto (solamente sette). Tuttavia, in varie occasioni Davis ha dovuto lasciare il campo anticipatamente, giocando spesso solo pochi minuti. Ieri notte, il nativo di Chicago, Illinois ha disputato solamente 14 minuti, mettendo a segno ben 19 punti, per poi non fare più rientro in campo nel secondo tempo. Una lunga assenza potrebbe tra le altre cose impattare negativamente anche sul conto in banca di Davis, il quale potrebbe beneficiare della cosiddetta Derrick Rose rule qualora venisse nominato in uno dei quintetti all-NBA: questa regola consente a qualsiasi giocatore che ha ancora il contratto da rookie (per Davis si tratta dell’ultimo anno) di ricevere un bonus di non più del 30% del salary cap sul prossimo contratto, se e solo se il giocatore in questione ottiene almeno uno dei seguenti riconoscimenti:

– Essere nominato MVP della regular season;
– Essere nominato due volte nel quintetto iniziale dell’All Star Game;
– Essere inserito due volte in qualsiasi dei tre quintetti All-NBA.

Sfumate le possibilità di vincere il titolo di MVP e di essere nominato due volte nel quintetto dell’ASG, a Davis rimane solamente l’ultima possibilità: il giocatore dei Pelicans è stato infatti inserito nel primo quintetto l’anno scorso. Questo bonus consisterebbe in circa 24 milioni di dollari, portando il suo contratto a valere complessivamente 145 milioni di dollari.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy