Il rientro di Blake Griffin slitta a fine marzo

Il rientro di Blake Griffin slitta a fine marzo

La mano del lungo dei Clippers non sta guarendo come i medici della franchigia avevano previsto: il ritorno in campo si allontana.

Griffin

Soltanto 11 giorni fa Blake Griffin annunciava di essere “molto vicino” al rientro in campo, alimentando le speranze dei tifosi dei Los Angeles Clippers di rivedere presto sul parquet la loro ala grande titolare. Ma purtroppo per il #32, e per il suo coach Doc Rivers, sembra che questo ritorno debba ancora aspettare.

Il recupero di Griffin dalla frattura alla mano, che si era procurato il 23 gennaio colpendo con un pugno un membro dello staff dei Clippers, Matias Testi, sembra aver subito qualche rallentamento, e il giocatore non starebbe guarendo secondo i tempi previsti dallo staff medico della franchigia.

Una lunghissima assenza, quella dell’ala dei Clippers, che si protrae dalla partita del Christmas Day. Dopo quella serata Griffin ha saltato 13 partite per una ferita al quadricipite, quindi altre 21 a causa dell’infortunio alla mano. E lo stop è destinato ad allungarsi ancor di più, poiché una volta rientrato da questo infortunio, Griffin dovrà anche scontare una squalifica di quattro partite inflittagli dalla NBA proprio a causa della vicenda del pugno a Testi.

Griffin sta giocando una stagione dai numeri sontuosi: 23.2 pts, 8.7 rbd e 5 ass a partita con una media del 50% dal campo. Nonostante ciò, da quando il giocatore è ai margini, i Clippers hanno messo insieme un record di 25-9.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy