Hawks in attesa di offerte per Horford

Hawks in attesa di offerte per Horford

Sembra al capolinea l’avventura dell’ex Florida che potrebbe lasciare Atlanta, se non a giugno a fine contratto, entro il prossimo 18 febbraio con una trade

Gli Atlanta Hawks sono ormai da un anno e mezzo uno dei punti fermi nella Eastern Conference ma non è tutto oro quello che luccica: dietro al gioco organizzato e piacevole dei ragazzi allenati da Mike Budenholzer, c’è qualche crepa nell’ossatura della franchigia della Georgia.

Negli ultimi giorni diversi insiders NBA hanno riportato il desiderio da parte della dirigenza degli Hawks di riuscire a imbastire una trade per scambiare due dei suoi pezzi pregiati, ovvero Jeff Teague e soprattutto Al Horford. Il lungo dominicano sarà free agent quest’estate e, secondo quanto filtra dagli ambienti vicini ad Atlanta, non rientra più nei piani della franchigia che sta cercando qualcuno sul mercato disposto a sedersi attorno a un tavolo per valutare un eventuale scambio.

Al momento non c’è nulla di concreto all’orizzonte, ma prima del 18 febbraio – giorno della trade deadline – qualcosa potrebbe muoversi. Horford diventerà unrestricted free agent il prossimo luglio e andrà alla ricerca dell’ultimo grande contratto della carriera visto che compirà 30 anni il prossimo 3 giugno, contratto che potrebbe anche arrivare a toccare quota 146 milioni di dollari per cinque anni.

Difficile che gli venga offerta questa cifra, ma non impossibile con l’ingresso in vigore del nuovo contratto televisivo che farà innalzare il salary cap. Horford è un centro moderno, abile nel gioco spalle a canestro e da quest’anno anche affidabile tiratore coi piedi dietro l’arco, macchina da doppia-doppia per punti e rimbalzi e giocatore solido su cui puntare per squadre che tentano di vincere nel breve periodo.

La scelta se andare in una squadra meno ambiziosa ma andando a prendere una valanga di soldi, oppure accettare un ruolo magari non di primo piano in una formazione che vuole vincere subito guadagnando però un bel po’ meno, farà tutta la differenza del mondo per Horford i cui giorni ad Atlanta sembrano contati.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy