Seguici su

News NBA

George Karl: “Il quintetto titolare dei Kings? Ancora non lo so”

Coach George Karl non ha ancora deciso chi partirà titolare durante le partite di questa stagione. L’allenatore non ha inoltre escluso la possibilità di cambiare gli starters a seconda dell’avversario che i Sacramento Kings si troveranno di fronte.

George Karl

Nella preview dei Sacramento Kings di questa stagione vi abbiamo indicato il quintetto titolare che scenderà in campo agli ordini di coach George Karl:

  1. Rajon Rondo
  2. Ben McLemore
  3. Rudy Gay
  4. Willie Cauley-Stein
  5. DeMarcus Cousins

La second-unit, invece, sarà composta da:

  1. Darren Collison
  2. Marco Belinelli
  3. Caron Butler
  4. Omri Casspi
  5. Kosta Koufos

Le gare di preseason dei Kings e le recenti dichiarazioni di Karl, tuttavia, smentiscono in parte questi due quintetti di gioco. I giocatori che sono partiti titolari in tutte le partite di pre-stagione sono Rajon Rondo, Rudy Gay e DeMarcus Cousins. Nelle posizioni di shooting guard e power forward si sono alternati rispettivamente McLemore/Collison/James Anderson e Cauley-Stein/Koufos.

George Karl ha dichiarato al The Sacramento Bee di utilizzare questa parte di stagione per sperimentare nuove tipologie di quintetti base:

“In questa preseason sto dando a tutti i miei giocatori l’opportunità di avere minuti consistenti in campo e di mettersi in mostra. Personalmente non ho deciso quali saranno i componenti dello starting five che scenderanno in campo tutte le sere. Il roster che abbiamo allestito quest’anno offre un’ampia gamma di soluzioni che potranno essere applicate a seconda della squadra che ci troveremo di fronte. In questo momento sto valutando la situazione con il mio staff-tecnico, con l’obiettivo di creare quintetti che ci permettano di avere dei vantaggi nei confronti degli avversari. Ad esempio, potrei decidere di iniziare alcune partite con il doppio playmaker (Rondo e Collison), con Ben (McLemore) e Rudy (Gay) ad occupare le posizioni di 3 e 4. Oppure potrei schierare insieme DeMarcus (Cousins) e Kosta Koufos nei momenti delle partite in cui avrò bisogni di canestri ad alta percentuale. Per ora i ragazzi non sembrano condizionati da questi esperimenti. Quando ho deciso di effettuare una sostituzione ho avuto, fino ad ora, risposte sempre positive dai giocatori che sedevano in panchina.”

I presupposti per fare una buona stagione ci sono tutti. Karl dovrà stare però molto attento alle dinamiche dello spogliatoio e ai rapporti con i suoi giocatori, DeMarcus Cousins in primis. Il rischio di un’altra annata fallimentare è reale e coach Karl sarà chiamato dirigere il gruppo in maniera oculata e con saggezza.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in News NBA