Seguici su

New York Knicks

Phil Jackson spera che Sasha Vujacic possa aiutare ad insegnare la Triangle-offense ai Knicks

Phil Jackson, presidente e general manager dei New York Knicks, ha ammesso a metà della scorsa stagione che il suo tentativo di installare la triangle-offense come impianto di gioco offensivo stava fallendo.

Nonostante un record di 17 partite vinte e ben 65 perse, il 70enne “santone” della pallacanestro non è ancora pronto ad abbandonare il suo amato Triangolo, sistema di gioco attuato in tutte le sue 11 stagioni da capoallenatore nella NBA. Di conseguenza, Jackson si è mosso sul mercato dei free-agent per cercare qualche giocatore che fosse stato allenato da lui nelle scorse annate. Ecco allora spiegato l’ingaggio di Sasha Vujacic.

La firma di The Machine da parte di Phil Jackson è stata considerata decisamente sorprendente, dato che Vujacic è fuori dalla NBA da un po’ di tempo. Il 31enne sloveno, infatti, non gioca “seriamente” a buoni livelli nella lega dalla stagione 2010/2011, quando il giocatore vestiva la maglia degli allora New Jersey Nets, viaggiando a 11,4 punti ad allacciata di scarpe. Tralasciando una brevissima parentesi con i Los Angeles Clippers (aveva firmato un decadale nel Febbraio del 2014), Sasha Vujacic ha girovagato per l’Europa (tornando anche in Italia, precisamente all’Umana Reyer Venezia), senza lasciare il benché minimo segno: la scorsa stagione, nel campionato spagnolo, la guardia slovena ha fatto registrare una media di 5,2 punti a partita, tirando con un modesto 26,4% dietro la linea dei 3 punti (per essere stato considerato sempre un micidiale tiratore…).

Jackson, dal canto suo, ha spiegato alla stampa che la firma dell’ex 27esima scelta al Draft del 2004 sarà molto utile, in quanto Vujacic ha giocato per 5 anni ai tempi dei Los Angeles Lakers sotto la sua guida. Il presidente dei Knicks ha spiegato ai media che lo sloveno darà un grossa mano nel far “digerire” questo sistema di gioco ai suoi giocatori, i quali lo scorso anno si sono lamentati molto per la complessità del Triangolo, non riuscendolo ad applicare adeguatamente in campo (i Knicks hanno terminato la regular season come 29esima squadra nella Lega per efficienza offensiva).

Phil Jackson, inoltre, ha argomentato la sua scelta di ingaggiare Sasha Vujacic dicendo che sarà un buon innesto in termini di esperienza e capacità di fare spogliatoio, aiutando anche gli esterni della squadra ad interpretare più ruoli di quanto erano abituati in precedenza (ricordate Lamar Odom ai Lakers?).

Solo il tempo dirà se la mossa del presidente e GM della franchigia della Grande Mela sarà stata lungimirante o meno. Di certo, sarà arduo vedere giocare peggio i giocatori dei Knicks rispetto alla scorsa stagione.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in New York Knicks