Seguici su

Chicago Bulls

Bulls: Opt-in per Hinrich, a Butler il max-contract. E Beli…

Jimmy Butler l’ha sempre detto: “Io voglio restare ai Chicago Bulls”. Poi, con l’estate, è arrivata la scadenza del suo contratto e quindi le trattative per il rinnovo dello stesso. E da quel momento sono iniziate diverse voci. La prima voleva Butler lontano dalla Windy City, magari a Los Angeles. Poi si è sparsa un’altra diceria, secondo la quale il Most Improved Player 2014/15 vorrebbe un contratto a lungo termine e non il quinquennale offertogli dai Bulls.

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL MERCATO NBA

Nella giornata di ieri, il front office della franchigia di Chicago ha fatto ciò che ci si aspettava: ha messo sul piatto la normale qualyfing offer da un anno (il giocatore potrà essere Unrestricted free-agent l’anno prossimo) ed anche un ricco contratto da novanta milioni di dollari per cinque anni, il max qualifyng offer che renderà il giocatore Restricted nella free-agency che parte domani. Ora la palla passa nelle mani del giocatore che dovrà decidere del suo futuro. Inoltre i Bulls sono al lavoro, sempre nel reparto guardie, anche su un altro nome, quello di Marco Belinelli. Again? Sì, ancora. Forse. Se infatti la dirigenza non riuscisse a trattenere Mike Dunleavy JR, che comunque rimane la prima scelta per Forman, K.C. Johnson – giornalista insider della franchigia dell’Illinois – svela che potrebbe esserci un incredibile ritorno del Beli a Chicago, anche se l’italiano è alla ricerca del contratto migliore possibile.

Intanto, qualche certezza. Infatti il capitano della squadra, Kirk Hinrich, ha sfruttato la player option del suo contratto e ha scelto di tornare nella sua città per un’altra stagione, arrivando così a giocare 13 annate nella NBA.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Chicago Bulls