Seguici su

News NBA

NBA, Chris Paul si ferma per un infortunio al tallone

Il veterano è uscito al secondo quarto della sconfitta contro i 76ers, ma rassicura: “Sto bene”

chris paul

Piove sul bagnato in casa Phoenix Suns che, oltre a perdere contro i Philadelphia 76ers, sono in apprensione per le condizioni di Chris Paul: il veterano NBA, infatti, è uscito al secondo quarto per un infortunio al tallone. Il giocatore ha rassicurato tutti sulle sue condizioni, ma verrà rivalutato nelle prossime ore per conoscere l’entità del problema fisico.

Chris Paul: “Sono uscito per precauzione”

L’infortunio di Chris Paul è arrivato a poco più di sei minuti dalla fine del secondo quarto dopo che aveva provato a passare su un blocco di Paul Reed: un fitto dolore al tallone non gli ha permesso di continuare la partita. Una brutta notizia per i Suns che hanno giocato anche senza Cam Johnson, out per un problema al menisco.

Al termine della partita Paul – leader della classifica assist NBA (10.2 di media) – ha parlato delle su condizioni fisiche, rassicurando che è stato un forte dolore momentaneo:

“Credetemi, se ce l’avessi fatta avrei continuato a giocare. Sono uscito in via precauzionale” 

Il giocatore verrà rivalutato nelle prossime ore, con i Suns che sperano che si tratti di un lieve infortunio.

La preoccupazione di Devin Booker

Chris Paul non aveva alcun tipo di fasciatura né quando ha abbandonato il campo né dopo, un dettaglio che fa ben sperare coach Monty Williams che commenta così l’accaduto:

“Non ho aggiornamenti sulle sue condizioni. Stava facendo molto bene quando ha fatto un passo falso, ho alzato lo sguardo e stava zoppicando un po’: vediamo come starà nelle prossime ore” 

È preoccupato Devin Booker, top scorer dei Suns con 28 punti, che commenta così l’infortunio del suo compagno di squadra:

“È dura perché non vuoi mai vedere un compagno di squadra si farsi male, è una dinamica diversa che condiziona la partita: ci sono diversi aspetti e diversi flussi da considerare, e noi siamo una squadra brava a capirli” 

 

Leggi anche:

NBA, Simone Fontecchio: “Per il momento esperienza positiva”

NBA, LeBron James scioccato dal documentario Netflix Operation Flagrant Foul

Parti in viaggio con noi a Miami dal 21 al 28 marzo: due partite NBA con Fan Experience (riscaldamento da bordocampo e meet & greet) e una bella vacanza a South Beach!

SCOPRI L'OFFERTA DI LANCIO SU LESGOUSA.IT

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA