Seguici su

News NBA

Preseason NBA, altro tonfo Lakers nonostante LeBron, vincono Nets, Hawks e Nuggets

LeBron ne mette 30, ma i Lakers perdono ancora. Gli Hawks dominano gli Heat, Denver batte OKC dopo un overtime e i Brooklyn Nets passano in casa contro Minnesota

Quattro partite nella notte di preseason NBA.  I Los Angeles Lakers chiudono la loro preseason così com’era iniziata: con una sconfitta.  I Sacramento Kings si impongono in casa grazie a un De’Aaron Fox da 21 punti e un Terence Davis da 20 punti, in uscita dalla panchina.  Ai gialloviola non basta un LeBron James da 30 punti (12 su 20 dal campo), e un secondo quarto da 42 punti complessivi, in cui i Lakers scendono in campo con il quintetto Westbrook, Bazemore, LeBron, Davis, Jordan.  Il Re è in forma, prova a trascinare i suoi, ma oltre alla sua grande prestazione personale c’è poco altro.  -23 con LeBron in panchina recitano le statistiche, con un Westbrook al momento incapace di guidare la squadra e un Davis poco efficace in attacco.

Tra i top team della Western Conference impegnati, c’erano anche i Denver Nuggets.  Partita combattuta quella contro gli Oklahoma City Thunder.  Entrambe le squadre si affidano ai propri giovani giocatori, chiudendo le ostilità solo dopo un tempo supplementare.  La spuntano i Nuggets, grazie ai 31 punti di Markus Howard, che mette in mostra le sue doti balistiche con 9 triple a segno.  OKC si affida a Giddey, che chiude sfiorando la tripla doppia (13-9-8).  Miglior realizzatore per i Thunder è Pokusevski, che chiude con 22 punti messi a segno, ma -23 di plus/minus.

Spostandoci ad est, troviamo impegnati nella notte di preseason anche i Brooklyn Nets.  La squadra della Grande Mela dimentica per una sera la questione Kyrie Irving, e passa sopra i Minnesota Timberwolves grazie a Kevin Durant e Joe Harris.  KD chiude con 19 punti a segno, mentre il tiratore ne mette 23 con un 7 su 10 da oltre l’arco.  23 punti a segno anche per Anthony Edwards, miglior scorer dei suoi, con Karl-Anthony Towns fermo a quota 16 punti segnati.  Da segnalare anche la buona prestazione di Aldridge, in campo 24 minuti e autore anche lui di 16 punti.

Nella quarta e ultima partita della notte, gli Atlanta Hawks hanno avuto nettamente la meglio sui Miami Heat.  Assente Danilo Gallinari, ma nessun problema per Atlanta, che vince grazie a un Trae Young ispiratissimo.  27 punti e 15 assist per il play, che guida i suoi con autorevolezza.  Tra le file dei Miami Heat mancano diversi titolari, come Butler, Lowry e Adebayo, mentre gli Hawks schierano anche John Collins (13 punti), Clint Capela (10 punti e 10 rimbalzi), Bogdanovic (8 punti) e Kevin Huerter (13 punti).

Sacramento Kings – Los Angeles Lakers 116-112

Oklahoma City Thunder – Denver Nuggets 107-113 OT

Brooklyn Nets – Minnesota Timberwolves 107-101

Atlanta Hawks – Miami Heat 127-92

Leggi anche:

NBA, i Brooklyn Nets non vogliono più offrire il rinnovo a Kyrie Irving

NBA, infortunio Zion Williamson: si allungano i tempi di recupero

Mercato NBA, Armoni Brooks firma un quadriennale con Houston

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA