Seguici su

News NBA

NBA, Magic Johnson sul record di triple doppie di Russell Westbrook

La leggenda dei Lakers ha speso solo belle parole sulla stella di Washington

Risultati NBA

Nelle ultime 19 partite stagionali, i Washington Wizards hanno raccolto ben 15 vittorie, tornando di prepotenza a guadagnarsi un posto per il prossimo torneo Play-In. Parte del merito, oltre al solito strepitoso Bradley Beal, va anche dato a Russell Westbrook il quale nel lasso di tempo considerato ha raccolto ben 16 triple doppie e viaggiando con una media di 22.3 punti, 14 rimbalzi e 13.5 assist.

In questa particolare annata il play ha già registrato 35 triple doppie totali e battuto il record di franchigia – il quale era pari a 15 in una sola stagione – precedentemente detenuto da Darrel Walker. Ebbene, ora Westbrook ha pareggiato addirittura il record di Oscar Robertson ed è pronto nei prossimi giorni a diventare il giocatore con più triple doppie messe in cascina nella storia della NBA. Qualcosa che Magic reputa davvero come un traguardo clamoroso:

“Prima di tutto, pochissime persone possono farlo. Ci sono pochi giocatori che possono controllare l’attacco, segnare e mettere in posizione i tuoi compagni per andare a canestro. Questa è davvero la parte più difficile, ossia assicurarsi che (Bradley) Beal continui la sua produzione, e mettere in ritmo anche gli altri. Russell aiuta tutti, li mette nelle migliori condizioni possibili. E poi, anche lui continua ad essere reattivo sul piano difensivo, prendendo rimbalzi. La parte più difficile per me, Oscar, Russell è sempre stata quella di dover procedere a catturare i rimbalzi. Questo è il motivo per cui vediamo pochissime triple-doppie nella storia e perché ci sono pochissime persone che possono controllare una partita. A parte LeBron, ci sono pochissime persone che possono dire: “Controllerò tutta l’azione, attaccando e difendendo”. Russell riesce a creare situazioni offensive appena cattura un rimbalzo difensivo. Come me, quando giocavo con i Lakers: partivo in contropiede e lasciavo dietro i miei difensori. Ecco perché Showtime era Showtime. Soprattutto quando riuscivo a catturare un rimbalzo. Ed è esattamente così che è con Russ; Russ è un giocatore di contrattacco.”

 

 

Leggi Anche

NBA, l’arbitro Tony Brown ha il cancro: salterà il resto della stagione

NBA, LeBron James pronto al rientro contro i Knicks

NBA, Kawhi Leonard si fa male di nuovo: le sue condizioni

Commento

Commento

    Commenta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertisement
    Advertisement
    Advertisement

    Altri in News NBA