Seguici su

News NBA

NBA, Sam Presti parla di Westbrook: “Rimarrà la nostra leggenda”

Il general manager di OKC ha incoronato Westbrook come il “giocatore più importante della storia della franchigia”

Sam Presti

Se a Russell Westbrook, il giorno in cui fu selezionato come quarta scelta al Draft 2008, avessero detto che avrebbe scritto uno storico e lungo capitolo della franchigia, forse, non ci avrebbe creduto. Ed invece è successo. Questo capitolo gli ha permesso di diventare uno dei giocatori più forti e spettacolari di sempre.

Oklahoma lo ha arricchito e, dopo undici stagioni, l’ex numero 0 di OKC ha messo in bacheca un premio di MVP della regular season (2016/2017), 2 volte il titolo di miglior marcatore della stagione (2015-2017), 8 convocazioni per l’All Star Game. Il sogno anello gli è sfuggito per un soffio, nella stagione 2011/2012, a causa dei Miami Heat di LeBron James. Allo stesso tempo lui ha arricchito la franchigia, ed è per questo che ad Oklahoma sanno che non è necessario vincere un anello per rimanere nel cuore dei tifosi. Lo sa bene anche il general manager Sam Presti, che lavorava già da un anno con i Thunder prima dell’arrivo di Westbrook. Presti ha voluto elogiare così il ragazzino che ha visto crescere dal giorno zero:

“Russell Westbrook è il giocatore più importante della breve storia degli Oklahoma City Thunder. Ha lasciato un marchio indelebile su questa squadra, su questa città e sull’intero stato. Nessuno di noi poteva immaginarsi il giocatore che sarebbe diventato e siamo profondamente orgogliosi del suo contributo al successo della franchigia e alla nostra comunità. Russell e sua moglie Nina, i loro tre figli, suo fratello e i suoi genitori rimarranno per sempre parte della famiglia dei Thunder. Auguriamo a tutti loro soltanto il meglio per il futuro.”

Inoltre ha aggiunto:

“Ci siamo incontrati e abbiamo parlato tanto, negli ultimi tempi. Abbiamo capito che la ricerca di una situazione alternativa potesse interessarlo e così abbiamo fatto di tutto per soddisfare la sua richiesta, un altro esempio della profondità del rapporto che abbiamo sempre avuto con lui e con il suo agente.”

Parole al bacio provengono anche dal proprietario Clay Bennett:

“Non ci sono parole adatte per descrivere il rispetto che nutro per Russell. La sua eredità qui è immensa, e la franchigia onorerà tutto quello che è stato in grado di fare qui. Con il suo addio finisce un’era di questa franchigia, ma sono fiducioso che il nostro front office sarà in grado di portare ancora al successo i Thunder anche in futuro.”

Si chiude con un lieto fine la lunga era di Westbrook nella sua Oklahoma City.

 

LEGGI ANCHE:

NBA, Pelicans: Brandon Ingram vicino al recupero

NBA, Sean Marks rivela: “KD ama il nostro stile di gioco”

NBA, Philadelphia 76ers: i termini del contratto di Ben Simmons

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA