Seguici su

Golden State Warriors

NBA, subito tanti messaggi di supporto da parte dei giocatori dopo l’infortunio di Thompson

Tantissimi giocatori della lega si sono stretti attorno a Klay Thompson augurandogli di poter tornare in forma il più presto possibile

Sono passate poche ore dal tremendo infortunio di Klay Thompson, avvenuto a pochi minuti dalla fine del terzo quarto di gara-6. Infortunio che solo più un paio d’ore più tardi e stato confermato come un TORN ACL” che negli USA è la sigla dell’incubo per ogni sportivo: sta infatti a significare la rottura del legamento crociato anteriore.

Non si è fatta attendere la risposta di solidarietà da parte di tanti giocatori della Lega, i quali hanno subito pubblicato i loro messaggi di supporto attraverso i social network.

https://twitter.com/VicOladipo/status/1139408706418774016

https://twitter.com/TheTraeYoung/status/1139409768970256384

https://twitter.com/kylekuzma/status/1139406873436676097

https://twitter.com/Enes_Kanter/status/1139411709003628544

https://twitter.com/T_HardJR/status/1139410399478992899

https://twitter.com/j3vans1_/status/1139408411508920321

E questi sono solo alcuni dei veramente tantissimi messaggi che si possono trovare su Twitter e che dimostrano come davvero ci sia ogni tipo di supporto morale quando capitano eventi sfortunati di questo genere. Thompson fino al momento dell’infortunio stava giocando una partita veramente stupenda e, considerando anche l’assenza di Kevin Durant, stava tenendo a galla i suoi Golden State Warriors con una prestazione storica.

Adesso per lui e per il team della California si prospetta una stagione 2019-2020 veramente travagliata, perché, oltre o Thompson, i GSW non potranno contare nemmeno su KD. Ora la palla passa in mano al GM degli Warriors Bob Myers che dovrà cercare o di rifirmare le sue due stelle, che però saranno out per gran parte della stagione, o trovare una valida alternativa a loro. Compito ben più che difficile.

In questi playoff Thompson ha fatto registrare 20.3 punti di media, 4.1 rimbalzi e 2.2 assist a partita, tirando con il 43.4% dalla lunga distanza e con una percentuale reale dal campo del 54.3%.

 

Leggi anche:

I Toronto Raptors sono campioni NBA 2019!

NBA Finals, Leonard: “Volevo scrivere la storia e l’ho fatto”

Marc e Pau Gasol diventano i primi fratelli a diventare campioni NBA

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Golden State Warriors