Seguici su

Playoff NBA

NBA, Le reazioni alle discutibili scelte arbitrali di Gara 1

In molti hanno voluto dire la loro sull’operato degli arbitri.

La prima semifinale della Western Conference è iniziata ieri alla Oracle Arena ed ha visto Golden State imporsi sui Rockets di James Harden. Una Gara 1 però che ha fatto già discutere, e non poco, per le scelte arbitrali.

Tanti, tra gli addetti ai lavori, hanno voluto dire la loro sulla vicenda. Tra questi Jared Dudley, ala dei Nets, il quale giusto qualche settimana fa aveva definito mediocre un giocatore come Ben Simmons, alimentando non poche polemiche:

“A me non piacciono i flop. Ma quello su Chris Paul è fallo. Guardate Livingston che tocca il suo polso e non gli permette di atterrare. Il suo piede è proprio nella posizione in cui sarebbe atterrato Paul. Poi il flop successivo di CP3 è ridicolo ok, ma quello è pur sempre fallo per me. La lega deve decidere cosa fare, se fischiarli tutti o meno. E i giocatori si adatteranno. Il problema è che, per l’intera stagione, li hanno fischiati.”

Della stessa opinione anche il francese Rudy Gobert. Il centro degli Utah Jazz, eliminato dai Rockets la scorsa settimana, ha twittato:

“Settimana scorsa non ci hanno permesso di difendere così. O forse sono pazzo e sono solo gli angoli della telecamera”.

Riferendosi a degli screenshot su alcuni episodi incriminati. Alle sue parole hanno reagito, ironicamente, i compagni di squadra. Donovan Mitchell ha commentato:

“Potevi regalarli a me 25000!”.

A tanto, infatti, ammonterà la sanzione che sicuramente la lega gli imporrà.

“Possiamo fare metà e metà?”.

Ha risposto l’altro compagno di squadra Royce O’Neale. Gobert ha ribattuto ai colleghi di spogliatoio:

“Almeno andranno in beneficienza e non in fascette di Gucci. Sono solo un fan del gioco che esprime la propria opinione”.

Anche Mark Cuban, proprietario dei Dallas Mavericks, si è espresso:

“È compito della commissione regolamentare della NBA togliere i falli da lato a lato. Il difensore ha tutto il diritto di atterrare. Gli attaccanti sono intelligenti abbastanza per approfittarsene, non è una questione degli arbitri. È la stupidità della lega”.

E molto probabilmente anche il massimo esponente della franchigia texana sarà costretto a pagare una multa cospicua.

La disputa tra Warriors e Rockets è appena iniziata eppure fa già discutere tutto il mondo NBA.

 

LEGGI ANCHE:

NBA, I Minnesota Timberwolves incontrano Billups

NBA, Il giallo dell’addio di Magic Johnson ai Lakers

NBA, Greg Oden si laurea

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Playoff NBA