Seguici su

Cleveland Cavaliers

NBA, emergono particolari sul “soup incident” di JR Smith

Damon Jones, l’aiuto allenatore che aveva discusso con il giocatore dei Cavs, ha detto la sua sull’episodio

Il nome di JR Smith fa sempre scalpore nella NBA, ma è stato un episodio piuttosto curioso a riportarlo alla ribalta. Un anno fa infatti, Smith veniva sospeso per una partita dai Cleveland Cavaliers a causa di un incidente che coinvolgeva un aiuto allenatore, Damon Jones, e una scodella di zuppa, che sarebbe stata scagliata dal giocatore proprio contro Jones.

All’epoca i particolari erano rimasti celati, con Smith che si era rifiutato di parlare dell’episodio alla stampa. Nella giornata di oggi però, Damon Jones, in una intervista alla ESPN ha svelato l’arcano, raccontando nel dettaglio ciò che è accaduto un anno fa:

“Per molto tempo mi sono rifiutato di parlare dell’incidente della zuppa. Adesso è ok perché sono andato avanti. Io e JR ne abbiamo parlato e lui si è scusato. Ma è stata la scodella e in più la zuppa. Ed era la prima scodella di zuppa presa dalla pentola, quindi era bollente come l’inferno.

Finì dappertutto. Ero in piedi e mi colpì sulla spalla, sul braccio, ovunque. Colpì il muro. Era un casino… Tutto quello che ricordo era che la zuppa era sul mio braccio e che bruciava come l’inferno.

Non ci siamo parlati per quasi tre mesi. Non una sola parola. E poi mi ricordo, una notte dopo un back-to-back. Eravamo a Philadelphia. Abbiamo parlato, e mi ha detto ‘Sai cosa? I fratelli hanno dei problemi. Mi dispiace, scusami. Andiamo avanti’ “

Smith non scende in capo per i Cavaliers dal 19 novembre, quando ha accusato la franchigia di tanking. Cleveland ha quindi deciso di sospenderlo in attesa di trovare una soluzione per il suo futuro.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Cleveland Cavaliers