Seguici su

News NBA

Risultati NBA: Harden e Davis stratosferici. Boston un’altra sconfitta

(25-18) Boston Celtics 102 – 109 Brooklyn Nets (22-23)

Nuova battuta d’arresto in trasferta per i Boston Celtics, che sul parquet dei Brooklyn Nets cadono sotto i colpi dei padroni di casa. Il primo quarto, che si chiude sul 27-25 per Brooklyn, è all’insegna dell’equilibrio, con le due squadre che non riescono mai a scappare o a raggiungere la doppia cifra di vantaggio. L’andamento della gara si conferma anche nella seconda frazione.

Le cose cambiano decisamente nel terzo quarto, quando un D’Angelo Russell in stato di grazia mette le ali a Brooklyn. Il prodotto di Ohio State segna 18 dei suoi 34 punti in questa frazione, che si apre con un parziale di 15-0 da parte dei padroni di casa, e nel quale i Celtics vengono eclissati, finendo anche a -27, prima del rush finale che fissa il risultato definitivo di 102-109. Brooklyn torna alla vittoria contro i biancoverdi per la prima volta dal 2 gennaio 2016. Importanti per la seconda franchigia della Grande Mela anche gli apporti di Jarrett Allen (19 punti con 12 rimbalzi) e del sorprendente rookie Rodionis Kurucs autore di 19 punti.

A Boston non bastano i 34 punti di Jayson Tatum e i 22 di Jaylen Brown. I biancoverdi, che stanotte hanno giocato privi di Kyrie Irving e Marcus Smart, oltre che di Aaron Baynes, sono 0-3 nel loro recente tour di trasferte, un andamento che non può non preoccupare coach Brad Stevens.

(14-19) Memphis Grizzlies 94  – 112 Houston Rockets (25-18)

Un James Harden stellare, che continua a riscrivere record notte dopo notte, si carica dei Rockets in emergenza infortuni sulle spalle per condurli alla vittoria in casa contro i Grizzlies.

Gli ospiti ci provano nel primo quarto, che chiudono in leggero vantaggio (24-29), ma vengono subito travolti dal ciclone Harden. L’MVP uscente è a quota 36 punti segnati già alla fine del primo tempo, realizzando, oltre al record di squadra per il maggior numero di punti segnati in un tempo, anche la sua 17esima partita consecutiva da 30 o più punti, la striscia più lunga dai tempi di Wilt Chamberlain nel 1964.

Nonostante questo Memphis rimane a contatto fino a metà del terzo quarto, quando un micidiale parziale di 11-0 da parte dei padroni di casa (aperto e chiuso, neanche a dirlo, da due canestri del Barba), scava un solco praticamente incolmabile tra le due compagini sul 76-60. I tentativi dei Grizzlies di rientrare vengono infatti sempre frustrati da Harden, nonostante i raddoppi sistematici della difesa di Memphis.

Harden chiude a quota 57 punti (season-high, oltre che la 14esima prestazione da 40 o più punti e la terza oltre i 50 in questa stagione), con 9 rimbalzi e 2 assist, rinforzando la sua candidatura all’MVP anche per questa stagione. Per Memphis non è abbastanza la serata da 14-7-7 di Mike Conley.

Precedente1 di 3
Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA