Seguici su

L.A. Lakers

NBA, LeBron James su Lonzo Ball: “Non si rende conto di quanto sia importante”

LeBron James ha speso alcune belle parole per Lonzo Ball dopo la vittoria sugli Utah Jazz, incoraggiandolo a migliorare ulteriormente

I Los Angeles Lakers stanno cominciando a ingranare, come dimostrano le 8 vittorie nelle ultime 10 partite, e dopo la vittoria sugli Utah Jazz della scorsa notte LeBron James ne ha approfittato per incoraggiare Lonzo Ball. Secondo l’ex Cavs, infatti, Ball sarebbe un giocatore fondamentale per i meccanismi della squadra, anche se a volte lo stesso numero 2 dei Lakers sembra non rendersene conto. 

“Penso che Lonzo non si renda conto di quanto sia importante, le qualità che possiede sul campo”, ha esordito LeBron nel post partita. “Quando Zo realizza quanto è bravo sul parquet, ciò lo rende un giocatore dinamico e ci rende ancora migliori. Soprattutto la sua aggressività sul finire della partita”.

Nella partita contro i Jazz, infatti, Ball ha terminato con 9 punti, 10 rimbalzi e 2 assist a referto; ma a fare la differenza è stata appunto la sua aggressività e la sua difesa nel quarto periodo, come dimostra il fatto che sia rimasto in campo per tutti e 12 i minuti.

“Anche se non segna, è importante che attacchi come ha fatto nel corso della partita, che arrivi al ferro”, ha continuato James. “Ha sbagliato alcuni tiri, ha preso alcuni falli, ma sono cose che ci stanno, quando la sua aggressività cambia la dinamicità del nostro gioco. Deve continuare a fare queste cose perché è davvero bravo in questo”.

“Forse non avrà tutte le 82 partite nelle sue gambe. Ma penso che ogni partita sia un’altra occasione per imparare, e l’esperienza aumenterà ogni volta che capirà in cosa è bravo a fare, aiutandolo a capire cosa deve fare per aiutarci e per essere un giocatore incisivo. Deve continuare a capire queste cose”.

Lonzo Ball sta viaggiando a medie di 8.2 punti, 5.3 rimbalzi e 4.8 assist di media a stagione: numeri che hanno subito un leggero calo rispetto alla passata stagione. Nonostante questo, la sua confidenza nel tiro sta aumentando – 40% da due e 35.1% da tre, rispetto al 36% e al 30% rispettivamente durante lo scorso anno – così come tutti quegli intangibles che si stanno facendo apprezzare da LeBron e compagni.

 

Leggi anche:

Risultati NBA: vincono Warriors, Lakers e Celtics. Milwaukee cade allo scadere, i Rockets all’overtime

NBA, Lebron James: “La scelta di Irving di non voler più giocare con me non mi turbò”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Lakers