Seguici su

Risultati NBA

Risultati NBA: Durant scrive 37 e abbatte gli Spurs, bene anche Boston ed OKC

Cinque partite nella notte Nba, che vedono anche i trionfi dei Miami Heat sui Philadelphia 76ers e dei Brooklyn Nets sugli Charlotte Hornets

(21-45) Brooklyn Nets   125-111   Charlotte Hornets (28-38)

Tutto fin troppo facile per i Brooklyn Nets, che vincono agevolmente contro degli Hornets ormai privi di speranze da postseason.

Dopo un periodo di risalita, sembrano decisamente non averne più Kemba Walker e compagni, costretti nella notte a dare forfait sul parquet di casa contro una delle peggiori squadre Nba. Gli ospiti infatti, in vantaggio sin dal primo quarto di gioco, hanno controllato benissimo la partita e sono riusciti a scappare definitivamente nel terzo quarto di gioco grazie ad un pesante parziale di 9-0 dal quale i calabroni non sono più riusciti a riprendersi.

I Nets tirano divinamente dal campo (51%), ma la vera differenza tra le squadre l’ha fatta sicuramente la percentuale al tiro pesante (34% per Brooklyn, solo il 21% per Charlotte), esaltata da un Allen Crabbe on fire da 29 punti e 6 triple a bersaglio. Ottime poi anche le prestazioni di Hollis-Jefferson (18 punti e 12 rimbalzi) e di Caris LaVert (22 punti e 8 assist) in uscita dalla panchina, che hanno contribuito a far registrare un totale di 54 punti al secondo quintetto di coach Atkinson.

Tra le fila di Charlotte invece, si salva un opaco Kemba Walker da 21 punti e un Dwight Howard da 19 con soli 7 rimbalzi catturati e 3 stoppate. Male invece Nic Batum, che si ferma a 6 punti segnati, e anche Marvin Williams, 7 punti e un pesante 0/4 dall’arco dei 3pt. Per la franchigia capitanata da MJ si tratta della quinta sconfitta consecutiva e della sesta nelle ultime 10 partite giocate, allontanando così dalla Carolina del Nord le speranze Playoff anche per quest’anno.

 

(35-29) Philadelphia 76ers   99-108   Miami Heat (35-31)

Torna a vincere in casa Miami, grazie ad un Whiteside da urlo e dei Sixers sottotono nel finale.

Partita con aria da Playoff in quel di South Beach, vinta in volata dai padroni di casa che riescono finalmente a fermare la scalata di Philly. In ghiaccio fino al terzo quarto di gioco, gli Heat sono infatti riusciti a mettere le marce alte e scappare definitivamente nell’ultimo quarto grazie ad un parziale di 35-25 ispirato soprattutto dalle prodezze di Hassan Whiteside.

Il numero 21 di Miami si è infatti preso con la forza il parquet dell’American Airlines Arena, portando a referto la bellezza di 26 punti (9-12 dal campo), 8 rimbalzi e un dominio spaventoso del pitturato, difendendo poi in modo pazzesco contro Embiid tanto da limitarlo a 17 punti segnati e il 27.8% dal campo.

La forza degli Heat però non è stata solo nei pressi del canestro, dato l’abbondante 53% dall’arco dei 3pt che ha letteralmente distrutto i troppi buchi lasciati dalla difesa dei Sixers sugli scarichi ai tiratori. Vittoria dunque importante e rinvigorente per i ragazzi di coach Spoelstra, tra i quali spiccano anche le prestazioni del solito D-Wade (16 punti, anche lui fondamentale nel quarto periodo), Tyler Johnson (12 punti) e Josh Richardson (13 punti). Tra le fila dei Sixers invece, buona partita per Dario Saric (20 punti e 10 carambole catturate), JJ Redick (18 punti, 4 triple a bersaglio) e per il nostro Marco Belinelli (14 punti). In chiaroscuro la prova di Simmons (10p/8a/8r), male invece Embiid.

Precedente1 di 3
Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Risultati NBA

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.