Seguici su

All Star Game

All-Star Game, LeBron MVP dopo 10 anni

Team LeBron ha portato ha casa la vittoria guidato da una prestazione maiuscola del suo capitano

Dalla stagione 2004-05  a oggi LeBron James timbra il cartellino dell’All-Star Game: con quella di stanotte fanno 14 apparizioni, tutte da titolare, eguagliato Bob Cousy per presenze consecutive in quintetto.

Il nativo di Akron ha reso onore al suo status di capitano e ha condotto la sua squadra alla vittoria con una prestazione all-around, fermandosi a due assist dalla tripla-doppia (29, 10 rimbalzi e 8 assist). James figura ora nella Top-5 ogni epoca della “partita delle stelle” per punti (1° a  quota 343), realizzazioni oltre l’arco (1° a 35) e assist (82, 5° all-time, superato Oscar Robertson).

LeBron è stato nominato MVP del match per la terza volta in carriera, la prima dal 2008. Già a partire dall’anno prossimo, in quel di Charlotte,  il #23 dei Cavaliers potrà verosimilmente tentare di affiancare Kobe Bryant e Bob Pettit (fermi a 4).

La nuova formula e gli auspici della vigilia sembrano aver rivitalizzato, almeno in parte, un evento che negli ultimi anni era parso un’esibizione circense e nulla più. LeBron si è detto soddisfatto:

“Ha funzionato per tutti, giocatori, lega e fan. È stato un grande fine settimana e abbiamo messo la giusta ciliegina sulla torta.”

 

Leggi anche:

All-Star Game: riecco un briciolo di agonismo, vince Team LeBron

Kobe Bryant: “Fui vicinissimo ai Bulls nel 2004”

Silver: “Stiamo valutando una nuova struttura dei Playoff”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in All Star Game

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.