Seguici su

All Star Game

All-Star Game, LeBron MVP dopo 10 anni

Team LeBron ha portato ha casa la vittoria guidato da una prestazione maiuscola del suo capitano

Dalla stagione 2004-05  a oggi LeBron James timbra il cartellino dell’All-Star Game: con quella di stanotte fanno 14 apparizioni, tutte da titolare, eguagliato Bob Cousy per presenze consecutive in quintetto.

Il nativo di Akron ha reso onore al suo status di capitano e ha condotto la sua squadra alla vittoria con una prestazione all-around, fermandosi a due assist dalla tripla-doppia (29, 10 rimbalzi e 8 assist). James figura ora nella Top-5 ogni epoca della “partita delle stelle” per punti (1° a  quota 343), realizzazioni oltre l’arco (1° a 35) e assist (82, 5° all-time, superato Oscar Robertson).

LeBron è stato nominato MVP del match per la terza volta in carriera, la prima dal 2008. Già a partire dall’anno prossimo, in quel di Charlotte,  il #23 dei Cavaliers potrà verosimilmente tentare di affiancare Kobe Bryant e Bob Pettit (fermi a 4).

La nuova formula e gli auspici della vigilia sembrano aver rivitalizzato, almeno in parte, un evento che negli ultimi anni era parso un’esibizione circense e nulla più. LeBron si è detto soddisfatto:

“Ha funzionato per tutti, giocatori, lega e fan. È stato un grande fine settimana e abbiamo messo la giusta ciliegina sulla torta.”

 

Leggi anche:

All-Star Game: riecco un briciolo di agonismo, vince Team LeBron

Kobe Bryant: “Fui vicinissimo ai Bulls nel 2004”

Silver: “Stiamo valutando una nuova struttura dei Playoff”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in All Star Game