Seguici su

Chicago Bulls

Risultati NBA: guidati da Kuzma e Caldwell-Pope, i Lakers battono i Bulls

Grazie ad ottime prestazioni dei suoi ragazzini terribili, LA tiene a bada le sfuriate di Valentine e Markkanen.

(8-10) Los Angeles Lakers 103-94 (3-12) Chicago Bulls

La sola partita nella notte NBA, tra due squadre con record perdenti per giunta, era attesa per lo scontro tra due delle migliori ali forti uscite dall’ultimo Draft: Kyle Kuzma e Lauri Markkanen. Lo spettacolo è assicurato anche dall’ottimo stato di forma di Lonzo Ball (tripla-doppia vs Nuggets) e Kris Dunn, 19,5 punti di media nelle precedenti due partite dopo un inizio tra acciacchi e partite da dimenticare.

Nessun giovane ha deluso. Doppia-doppia per Markkanen (13 punti, 14 rimbalzi di cui 4 offensivi, nonostante una pessima serata al tiro: 2 su 9 dall’arco e 4 su 17 dal campo). Anche Dunn ha tirato male (5-14 dal campo), ma ha messo in piedi 12 punti, 6 assist e 5 rimbalzi. É in casa Lakers, invece, che si trova il miglior marcatore della partita: è Kyle Kuzma. 22 punti con 15 tiri in 40 minuti di gioco, addizionando 5 assist e 3 rimbalzi. Arrivato come pick nella trade che ha portato D’Angelo Russell ai Brooklyn Nets, Kuzma ha anche tirato bene dall’arco: 4 su 7. I Lakers hanno così sopperito all’ennesima pessima serata al tiro per Lonzo Ball (3 su 13 dal campo, 2-8 dalla lunga distanza), che è tuttavia riuscito ad aiutare i suoi in altra maniera: sono 13 i rimbalzi (3 offensivi!) e 4 gli assist per il figlio di LaVar, che in 32 minuti ha perso un solo pallone.

Decisiva per LA anche la prestazione sopra le righe di Kentavious Caldwell-Pope: l’ex Pistons ha segnato 11 dei suoi 21 punti nell’ultimo periodo per recuperare da -19. In particolare, un layup di KCP con 188 secondi rimasti sul cronometro ha dato ai Lakers il primo vantaggio dopo il primo quarto. Da lì in avanti, i padroni di casa sono riusciti a tenere il vantaggio, evitando una sconfitta imbarazzante contro la peggior squadra nel tiro da 3 della Lega.

Nemmeno Brandon Ingram è mancato all’appuntamento: il giocatore al secondo anno ha postato 17 punti con 5 rimbalzi e altrettanti assist. 22 i punti dalla panchina per la coppia Randle-Clarkson, 23 invece per i due panchinari dei Bulls Portis-Blakaney. Tutto il quintetto di Chicago ha segnato in doppia cifra (il migliore degli ospiti è forse Denzel Valentine, che ha sfiorato una doppia-doppia da 17 punti e 9 rimbalzi) ma non è bastato. Serata tranquilla, infine, per Brook Lopez: solo 4 punti, mentre il gemello Robin ne ha messi 14.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Chicago Bulls