Seguici su

Golden State Warriors

Durant sbotta: “La mia frase su UA? Con Steph tutto ok, ogni pretesto è buono per dividerci”

Durant, uomo immagine Nike, è finito al centro di una polemica per una stoccata all’indirizzo di Under Armour, marchio che ha sotto contratto Steph Curry

Kevin Durant smorza in prima persona i toni della polemica dopo l’uscita infelice nel corso di un recente episodio di The Bill Simmons Podcast all’indirizzo di Under Armour [ «Nessuno vuole indossare Under Armour in campo»].

La frase pronunciata dal numero 35, uomo immagine della concorrente Nike, ha fatto discutere, soprattutto considerando che Steph Curry, suo compagno di squadra, ha un contratto con l’azienda con sede a Baltimora. Parole che, estrapolate e decontestualizzate, hanno dunque  rischiato di minare, almeno parzialmente, gli equilibri di spogliatoio dei Campioni NBA in carica.

Durant ha chiarito la situazione ai microfoni di Rachel Nichols di ESPN:

Io e Steph non siamo mai stati in conflitto da quando ho detto quella cosa.

[«È una sua opinione, ma non rispecchia il percorso che abbiamo fatto da quattro anni a questa parte come brand» era stata la risposta di Curry ndr]

Non abbiamo dovuto ricucire alcuno strappo. Ne abbiamo parlato, ho capito e siamo andati oltre.  Siamo gli Warriors, tutti stanno cercando di rompere  il nostro meccanismo di squadra, useranno ogni pretesto.

Curry: “Voglio più titoli, più divertimento, voglio di più per gli Warriors”

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Golden State Warriors

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.