Seguici su

News NBA

Tony Parker giocherà ancora dopo l’infortunio

Nonostante il grave infortunio al quadricipite Tony Parker non pensa al ritiro e si dice pronto a giocare ancora 3 stagioni in maglia Spurs

Dopo gli addii di Tim Duncan e, probabilmente, di Manu Ginobili, i San Antonio Spurs hanno perso due dei tre componenti storici della squadra, ma sembra che per salutare Tony Parker bisognerà ancora aspettare.

Il francese, vittima di un infortunio al quadricipite sinistro durante la serie vinta da San Antonio contro gli Houston Rockets, intervistato da RMC, testata giornalista sportiva francese, ha infatti dichiarato di voler giocare ancora, sempre in Texas e sempre in maglia neroargento:

Spero che gli Spurs mi offrano un ultimo contratto. Entrerò nel mio ultimo anno di contratto, sarà la prima volta che sarà free agent. Come ho già detto altre volte voglio giocare altre tre stagioni, arrivare a 20 stagioni con gli Spurs e continuare a giocare bene sul parquet. Mentalmente bisogna essere forti per ritornare in campo dopo un infortunio come il mio. Non voglio che le persone pensino che quella sia stata la mia ultima partita, che non tornerò in campo, perchè lo farò.

Sembra quasi una formalità quella del nuovo contratto, con la dirigenza Spurs che si è sempre dimostrata pronta a trattenere a tutti i costi veterani e giocatori col carisma di Parker. Il vero dubbio è se il fisico del francese, che è in NBA da quando aveva 19 anni e che ha giocato molto spesso anche con la nazionale transalpina, potrà reggere ancora per tre stagioni, anche considerando i numerosi infortuni che lo hanno colpito negli ultimi anni, con all’apice proprio il più recente problema al quadricipite che potrebbe tenerlo lontano dal parquet addirittura fino al 2018.

Nelle ultime partite stagionali è stato Dejounte Murray ad avere più minuti nelle rotazioni in sostituzione di Parker. Per capire chi sarà il titolare della prossima stagione sarà invece necessario aspettare la free agency, con Chris Paul che viene ogni giorno accostato alla squadra allenata dal Gregg Popovich e che potrebbe effettivamente approdare in Texas dopo i numerosi assalti al titolo falliti in maglia Clippers.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA