Seguici su

News NBA

Gregg Popovich (ancora) contro Trump: “Non ci si può fidare di lui”

L’allenatore dei San Antonio Spurs, Gregg Popovich, continua ad esternare i suoi dubbi sul neo-presidente degli Stati Uniti.

Gregg Popovich

Che Gregg Popovich non sia un sostenitore di Donald Trump è sempre stato ovvio sin dall’esito delle elezioni; inequivocabili le parole di Pop una volta scoperto che The Donald sarebbe stato il nuovo presidente degli Stati Uniti.

Nella giornata di ieri Popovich è tornato a criticare nuovamente Trump, a poche ore dall’ufficialità del suo insediamento, usando parole dure ed esprimendosi senza mezzi termini.

Queste le sue parole raccolte per noi dal portale The Score:

“In merito alla protesta mondiale delle donne, il loro messaggio è ovvio. Il nostro presidente si è insediato con il più basso tasso di approvazione rispetto a chiunque altro prima di lui sia entrato nello Studio Ovale. E la maggioranza delle persone, da quando Hillary Clinton ha ottenuto maggior consensi popolari, non crede più a quello che Trump dice e a come si comporta. Vorrei che fosse stato più maturo in modo da riuscire a fare qualcosa di concreto per non emarginare nessuno, piuttosto che andare in giro e dire che includerà tutti e terrà tutti in considerazione. Potrebbe parlare con tutte le minoranze ed i gruppi a cui ha mancato di rispetto e che ha trattato con malignità durante le elezione e fare qualcosa di concreto, così che la gente possa credergli. Ma per ora siamo arrivati ad un punto dove è impossibile avere fiducia e credere a qualsiasi cosa esca dalla sua bocca. Non puoi farlo davvero”.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA