Seguici su

L.A. Clippers

DeAndre Jordan: “Non abbiamo ancora fatto niente di buono”

Il centro dei Clippers si è sfogato con la stampa dopo la sconfitta di stanotte a Brooklyn

Dimenticate tutto quello che è accaduto nei due over time della partita tra Clippers e Nets di stanotte – i californiani non si sarebbero mai dovuti trovare ai supplementari contro Brooklyn. O almeno, non ci si sarebbero dovuti trovare dopo aver iniziato la stagione in maniera così roboante.

Leggi anche – Le partite della notte

Il centro titolare della squadra, DeAndre Jordan, si è sfogato con la stampa dopo la sconfitta per 127-122, accusando i suoi compagni (e sè stesso) di specchiarsi troppo in quanto di buono fatto fino a questo momento:

Penso che stiamo rovinando tutto” – ha detto Jordan ai microfoni di ESPN. “Stiamo mandando tutto a p*****e. Siamo stati al primo posto della Western Conference per qualche settimana, ma questo non significa assolutamente niente. Non abbiamo ancora fatto niente di buono.
Abbiamo pensato che vincere 7-8 partite di fila ci rendesse automaticamente una delle due squadre più forti della Conference, e quindi abbiamo dato per scontate delle partite che poi abbiamo perso. Dobbiamo tornare subito a lavoro e avere più rispetto per il resto della lega“.

Effettivamente, la squadra di Los Angeles aveva cominciato la settimana con un record di 14 vittorie e solamente 2 sconfitte, salvo poi tornare sulla terra dopo aver perso consecutivamente contro Indiana, Detroit e infine Brooklyn (tutte squadre sotto al 50% di vittorie e con giocatori chiave come George, R. Jackson e Lin infortunati).

Ed ecco che il primo posto nella Conference si è prontamente tramutato in terzo, lasciando le due posizioni di vertice a Golden State Warriors e San Antonio Spurs.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Clippers

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.