Seguici su

Denver Nuggets

I Nuggets licenziano Brian Shaw

Brian Shaw

I Denver Nuggets hanno comunicato il licenziamento di Brian Shaw nel bel mezzo di una stagione senza troppi spunti positivi. Shaw è durato meno di due anni al suo primo incarico di head coach, dopo essere stato assunto in sostituzione di George Karl nel 2013.

Secondo le fonti, l’ex giocatore dei Lakers aveva perso il controllo dello spogliatoio e aveva ormai detto addio alla corsa per i playoff. Non è tanto la stagione negativa a far storcere il naso alla dirigenza, ma il modo in cui le partite venivano affrontate: qualche tempo fa, Shaw stesso aveva dichiarato che secondo lui qualche giocatore giocava male di proposito al fine di perdere le partite. Alcune settimane dopo, ammise di aver cominciato a leggere libri su come relazionarsi con le persone, per tentare di gestire meglio la situazione che ormai era già scappata di mano. Addirittura si dice che i giocatori stessi stessero aspettando con ansia il momento del licenziamento e della fine di questa stagione incommentabile.

I Nuggets hanno vinto 57 partite durante la stagione 2012/13, da allora ne hanno vinte solo 56. In questa stagione hanno un record di 20-39.

Il primo indiziato per la panchina di Denver è l’assistant coach Melvin Hunt, che traghetterebbe la compagine fino alla prossima stagione. Per ora lo staff della squadra non ha dato conferma.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Denver Nuggets