Seguici su

Primo Piano

Tracy McGrady saluta l’NBA: ecco la sua lettera commovente

”Ci sono momenti nella vita in cui si manifesta una nuova strada e questa volta essa si è mostrata davanti a me. Sono veramente orgoglioso di aver giocato in NBA negli ultimi 15 anni. E’ stato un sogno entrare nella lega a 18 anni appena compiuti. Ho lavorato duramente e ho messo anima e corpo in questo gioco. Mi considero uno studente del basket, ed ho visto, studiato e giocato con, e contro, i migliori giocatori del mondo. La NBA è stata la mia università ed ho imparato tantissimo. Ho vissuto tantissimi momenti intensi, tutti quelli che un giocatore spera di vivere su di un campo di basket, anche quelli brutti. Sono queste esperienze, sia positive che negative, che oggi fanno di me l’uomo che sono.

Adesso che lascio la Lega, ci sono così tante persone profonde che mi hanno ispirato durante il mio cammino. Devo ringraziarvi per avermi guidato ed aver enormemente influenzato il mio modo di giocare a basket. Isaiah Thomas, Rich Devos, Leslie Alexander e John Gabriel, voi avete creduto in me e vi ringrazio. Jeff Van Gundy, tu hai esemplificato la brillantezza di cosa sia un grande coach. Steven A. Smith, tu hai dato una voce a noi giocatori, e per questo ti ringrazio. Doug Christy, Charles Oakley, Dee Brown, Mugsy Bogues, Antonio Davis, Dell Curry, Kevin Willis, voi avete mostrato ad un giovane ragazzo di Auburndale Florida come essere un giocatore migliore. Kobe, tu mi hai fatto lavorare duramente ed è stato un grande onore giocare contro di te. E, Yao, tu hai condiviso un’esperienza che sarà sempre con me, grazie. Sonny & Pam Vaccarro mi hanno fatto capire che c’è lealtà e amicizia vera anche in un business come questo. Arn Tellem e Tim Hoy, sono passati 15 anni e siete ancora i miei procuratori.

Grazie per avermi guidato durante la mia carriera.
Dopo aver detto il necessario, ci sono tante persone che hanno avuto un impatto importante nella mia vita. Io sono un uomo benedetto per aver avuto l’amore e il supporto senza fine di mia moglie CleRenda e dei migliori 4 bambini che un uomo possa chiedere.

Ma soprattutto, ringrazio Dio, che mi ha benedetto, e verso il quale sarò sempre grato.

Adesso entro in un nuovo capitolo della mia vita. e sono entusiasta di giocare per i Qingdao Eagles. Sono stato in Cina diverse volte negli ultimi anni e mi piace la gente e il Paese. Sarà un onore giocare per loro. Grazie a tutti i fan che mi hanno seguito e hanno creduto in me. Infortuni e tutto, non avrei cambiato una cosa. Sono orgoglioso del marchio che ho lasciato su questo gioco e sono grato di essere stato una parte di questo campionato. E ‘stato un sogno giocare di fronte a tutti voi, ogni notte, in ogni stadio. Grazie.
TMac.”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Primo Piano