Seguici su

Primo Piano

Mickael Pietrus: “Sono come una macchina nuova”

Dopo una stagione passato tra alti e bassi con i Boston Celtics, Pietrus si ritrova free-agent ma con una voglia matta di ritornare in campo per un’altra stagione NBA. Intervistato da LeParisien, il giocatore francese parla della sua operazione al ginocchio destro, del suo futuro e della nazionale che porta sempre nel cuore:

Che cosa ha fatto dopo che le è scaduto il contratto con i Boston nel mese di giugno?
“Ho trascorso del tempo con la mia famiglia in Guadalupa. Mentre ora lavoro con un preparatore atletico a Pau, dall’inizio di agosto. Inoltre è da una settimana che partecipo ai training del Bèrn Elan, finalmente riesco a sorridere di nuovo perché ho giocato senza dolore al ginocchio destro.”

Sei stato operato questa estate?
“Si, il 12 giugno a Boston, ho effettuato un intervento chirurgico per la pulizia al ginocchio destro. Ho trascorso due mesi in completo riposo ed ora, dopo una graduale ripresa dei lavori, non sento alcun dolore. Mi sento come una macchina nuova. L’anno scorso, nonostante una buona stagione , ho avuto il problem del ginocchio che si gonfiava regolarmente e mi dava molto fastidio. Questa volta invece so che potrà essere una grande stagione senza questi fastidi.”

Milwaukee, Boston e Minnesota si sono interessati a te. Hai deciso dove andare?
“Voglio scegliere la squadra con la quale avrò maggiori possibilità di andare molto lontano nei Playoffs, non scelgo la squadra in base allo stipendio perché, grazie a Dio, sotto quel punto di vista sono a posto. Voglio ancora sentire la sensazione e l’atmosfera dei playoffs, quest’anno con Boston abbiamo perso la Finale di Conference in sette partite. Mi piacerebbe rivivere un’altra finale NBA come quella contro i Lakers, ancora quando giocavo ad Orlando.”

Come hai vissuto le Olimpiadi della nazionale francese davanti al televisore?
“Era come se io fossi con loro sul campo! So che non sono stato convocato e mi è dispiaciuto molto, ma rispetto la scelta del coach. Ho qualche capello bianco e capisco queste scelte. La nazionale francese è nel mio cuore e lo sarà sempre. Se mi chiamano, risponderò al volo!”

Buona fortuna per la prossima stagione, Air France!

Michele Ipprio
Twitter: @mikeaip

[banner]

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Primo Piano