Seguici su

Golden State Warriors

Durant su Curry: “Non penso di farlo giocare peggio”

Dopo il rientro contro gli Utah Jazz, Kevin Durant parla del suo rapporto in campo con Stephen Curry.

Warriors

Era dal lontano 28 febbraio che Kevin Durant e Stephen Curry non scendevano in campo insieme con la maglia dei Golden State Warriors. 19 lunghissime partite per i tifosi della squadra della baia, che hanno dovuto fare a meno di vedere in campo l’acquisto più chiacchierato dell’estate 2016.

Ma il cammino dei Golden State Warriors senza Durant è stato comunque positivo. Nelle gare in cui l’ex Thunder è stato fermo ai box, il regnante MVP Steph Curry ha viaggiato a 26,9 punti, 7,8 assist e 4,8 rimbalzi di media a partita, oltre che a un ottimo 47,3 % al tiro. Oltre ai soliti maligni, anche molti noti analisti NBA hanno collegato questi ottimi numeri  all’assenza di Durant. Secondo loro non ci sarebbe da rimanere sorpresi se i numeri di Curry subissero una frenata dopo il rientro del compagno.

Ma dopo la sconfitta di questa notte contro gli Utah Jazz, KD è tornato a parlare del suo ritorno ufficiale in campo:

 Ha segnato 28 punti, con 9/16 dal campo e 6 triple. Stasera è venuto fuori e ha tirato molto bene. Dopo tutto, non penso di farlo giocare peggio, sembra che siamo in grado di giocare insieme.

Al di là della sconfitta, Durant è sembrato in una buona condizione fisica. Qualsiasi siano i numeri del compagno, la buona notizia per i tifosi di GS è che sembra pronto per affrontare i playoff.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Golden State Warriors