Kevin Durant: “I soldi non sono tutto…”

Kevin Durant: “I soldi non sono tutto…”

Il giocatore degli Oklahoma City Thunder è al centro delle tanti voci di free-agency fin dall’inizio della stagione.

Lakers, San Antonio, Golden State, Washington, Boston… e sicuramente qualche altra squadra. Kevin Durant è stato accostato a tutti questi team che molto probabilmente proveranno a ragionare (sempre che non lo stiano già facendo) per accaparrarsi la sua firma durante la free-agency estiva.

Attualmente la superstar degli Oklahoma City Thunder è impegnata nella semifinale di conference proprio contro una delle squadre interessate a lui, ovvero i texani di San Antonio. Gli stessi che un anno fa hanno saputo convincere un certo David West a rinunciare a circa 10 milioni di dollari per entrare a far parte del roster guidato da Gregg Popovich. Ai microfoni dei giornalisti, Durant ha parlato così del sacrificio economico di West:

“Rispetto la sua scelta. I soldi non sono tutto in questa vita. So che tendiamo a pensare di dover prenderci cura della propria famiglia e di essere finanziariamente stabili. Ma vedendola da fuori sembra che abbia pensato <bene, sono stato fortunato a guadagnare X dollari e sarò felice di lottare per conquistare il montepremi di questa lega>. Per questo lo rispetto, molti altri ragazzi non lo avrebbero mai fatto. “

Parole che possono far sognare i tifosi di quelle grandi squadre che, per limiti di cap, mai potrebbero offrire un massimo salariale a Kevin Durant. Da oggi, forse, tutto è cambiato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy