Clippers: preso Ayres per il resto della stagione

Clippers: preso Ayres per il resto della stagione

La franchigia di Los Angeles si cautela in vista dei Playoffs con un lungo esperto pronto a uscire dalla panchina in caso di necessità

ayres

I Los Angeles Clippers hanno raggiunto l’accordo con Jeff Ayres per un contratto fino al termine della stagione. La notizia è stata riportata da Shams Charania del The Vertical.

Ayres ritorna così in maniera definitiva nella squadra di coach Doc Rivers dopo l’esperienza in quel di Los Angeles maturata il mese scorso, dove il nativo di Ontario, California, ha giocato 5 partite con la maglia dei Clippers nel periodo dei due decadali consecutivi.

Finita la breve comparsa ai Clippers, Ayres ha fatto ritorno agli Idaho Stampede, squadra di D-League affiliata agli Utah Jazz dove il prodotto di Arizona State è sceso in campo 25 volte in stagione a partire dallo scorso ottobre mettendo insieme 16.2 punti, 9.2 assist e 2.3 assist di media a partita, il tutto condito dal 55.8% al tiro.

Ayres è alla sua quarta esperienza con una maglia NBA dopo aver vestito quelle di Portland Trail Blazers, Indiana Pacers e San Antonio Spurs. Dopo 4 anni al College viene scelto nel Draft 2009 alla 31esima chiamata assoluta da Portland, dove resta un solo anno prima del trasferimento a Indianapolis. Biennio con la casacca gialloblu prima della svolta, il passaggio nell’estate 2013 ai neroargento guidati da coach Gregg Popovich.

Coi texani Ayres riesce a ritagliarsi un piccolo spazio in fondo alla rotazione per dare respiro a Tim Duncan e Tiago Splitter: il suo impiego è assai limitato, ma accetta il ruolo e contribuisce alla conquista del titolo avvenuta nelle NBA Finals 2014 nella rivincita contro i Miami Heat.

Ayres non è stato famoso fin da subito con questo cognome: infatti ai tempi del suo approdo nella Lega, all’anagrafe risultava come Jeff Pendergraph, ovvero col cognome del padre adottivo. Nell’agosto 2013 ha avviato il procedimento con un tribunale dell’Arizona per cambiare cognome e assumere quello del padre biologico – appunto Ayres – procedimento concluso con successo il mese successivo con la ratifica ufficiale del cambiamento nei suoi dati personali.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy