Parker, preolimpico a rischio con la Francia

Parker, preolimpico a rischio con la Francia

Il play degli Spurs potrebbe saltare la campagna estiva con la Nazionale francese a causa della nascita del secondogenito prevista per fine luglio

parker

Tony Parker potrebbe saltare il torneo preolimpico con la Francia e, in caso di successo dei transalpini, anche l’Olimpiade di Rio a causa della gravidanza della moglie. La notizia è stata riportata dal San Antonio Express-News dopo un’intervista rilasciata dal playmaker degli Spurs a una radio privata francese.

Parker ha rivelato i suoi dubbi riguardo alla sua presenza con la maglia della Nazionale visto che, nel periodo tra il preolimpico (in programma dal 4 al 10 luglio) e i Giochi Olimpici veri e propri (torneo di basket dal 6 al 21 agosto), dovrebbe nascere il suo secondo figlio dalla giornalista francese, Axelle Francine, con cui è sposato dal 2014.

Questa comunicazione improvvisa da parte di Parker ha spiazzato tutti, persino la federazione francese che, per bocca del presidente Jean-Pierre Siutat e del direttore tecnico Patrick Beesley, si è detta stupita dalla notizia di cui era all’oscuro fino a pochi giorni fa.

In un secondo momento Parker ha cercato di aggiustare il tiro parlando con la stampa di San Antonio.

Per me questa è una notizia stupenda, un nuovo figlio è qualcosa di straordinario. Dall’altro lato però è un problema perché il calendario del preolimpico e dell’Olimpiade cade proprio nei giorni in cui dovrebbe nascere. Ora dovrò parlare bene con mia moglie e con la federazione francese per decidere cosa fare.

 

L’assenza di Parker sarebbe un colpo durissimo per il commissario tecnico della Nazionale francese, Vincent Collet, che negli ultimi anni gli ha sempre affidato le chiavi della squadra. La Francia sarà impegnata nel torneo preolimpico di Manila nel girone assieme a Nuova Zelanda e Filippine, mentre l’altro raggruppamento è composto da Canada, Senegal e Turchia.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy