Seguici su

News NBA

Gobert fuori a tempo indeterminato, i Jazz tremano

Infortunio al ginocchio per il centro francese di Utah durante l’ultimo allenamento svolto ieri: per lui accertamenti clinici ma l’operazione è scongiurata

gobert

Rudy Gobert non sarà a disposizione degli Utah Jazz nelle prossime partite: il centro francese ha infatti rimediato una distorsione di secondo grado al legamento collaterale mediale del ginocchio sinistro nell’allenamento svolto ieri insieme al resto della squadra al Zions Bank Basketball Center. Lo ha riportato il sito ufficiale della franchigia.

Gobert si è subito recato all’University of Utah Health Care’s Orthopaedic Center per sottoporsi agli esami strumentali per chiarire meglio l’entità del problema, evidenziato poi dalla risonanza magnetica svolta sotto gli attenti occhi dei medici sociali dei Jazz, Travis Maak e David Petron.

Al momento è escluso il ricorso all’intervento chirurgico: il ginocchio dell’ex giocatore dello Cholet verrà trattato con terapie conservative ma ora come ora è difficile stabilire una possibile data di rientro anche perché si è alle prese con una zona tanto delicata quanto sollecitata per un atleta. Non a caso nel comunicato emesso da Utah, si parla di stop “a tempo indeterminato”.

Una brutta tegola per Gobert e per i Jazz, reduci dalla sconfitta all’ultimo secondo contro quei marziani dei Golden State Warriors cui hanno reso la vita durissima nel match di lunedì terminato 106-103 a favore dei campioni NBA in carica in quel di Salt Lake City alla Vivint Smart Home Arena. Contro Stephen Curry e compagnia, il nativo di Saint-Quentin aveva giocato 37 minuti mettendo insieme una doppia-doppia da 13 punti e 11 rimbalzi.

Un problema in più per coach Quin Snyder che sta guidando una squadra giovane e inesperta a lottare per un posto nella griglia dei Playoffs, almeno finora col record di 8-8 e il momentaneo settimo posto nel seeding della Western Conference. L’assenza di Gobert si farà sentire non poco – già dalla sfida di domani notte contro gli Orlando Magic – non solo in attacco dove alterna giocate spalle a canestro e concretezza nel pick ‘n roll, ma anche se non soprattutto in difesa dove è un intimidatore spaventoso nel pitturato con le sue braccia infinite e i suoi 216 centimetri di altezza.

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA