Seguici su

News NBA

Hibbert, si cambia: ai Lakers con dieta e spirito nuovi

L’ex centro degli Indiana Pacers pronto alla nuova esperienza in California. La ricetta? Motivazioni, allenamenti speciali ed una nuova alimentazione

hibbert

Roy Hibbert è pronto ad iniziare la sua nuova avventura con la maglia dei Los Angeles Lakers, dopo 7 anni di militanza in quel di Indianapolis. Il centro uscito da Georgetown vuole mettersi alle spalle le ultime stagioni a dir poco difficoltose con la maglia degli Indiana Pacers, in cui nelle passate due annate in particolare è stato più un peso che una risorsa per la squadra di coach Frank Vogel.

Hibbert sa che si appresta ad affrontare un crocevia della sua carriera, un anno importante in cui cercare di tornare a dominare sotto i tabelloni della Lega come qualche anno fa e lasciarsi alle spalle l’ultimo periodo negativo ad Indiana, periodo caratterizzato non solo da fattori tecnici ma anche da dissapori con dirigenza e staff tecnico.

Quello che si presenterà il prossimo 29 settembre alle Hawaii – sede del training camp dei Lakers – è un Hibbert diverso, reduce da un’estate di duro lavoro e di allenamenti specifici e tirato a lucido dalla nuova dieta che gli ha fatto perdere 7 chili rispetto al suo peso-forma standard, come da lui stesso confermato in un’intervista al Los Angeles Times.

“Circa due mesi fa ho scoperto un nuovo nutrizionista che mi ha variato diversi aspetti dell’alimentazione. L’NBA ormai sta andando nella direzione di un gioco sempre più veloce, è così che Golden State ha vinto il titolo lo scorso anno. Oggigiorno tutti sono rapidi ed i lunghi come me devono essere più agili, così ho deciso di adeguarmi anch’io.”

Hibbert ha parlato inoltre del suo ruolo che andrà ad avere nello scacchiere di Byron Scott.

“Non ho ancora parlato in maniera approfondita col coach ma ci sarà tempo nelle prossime settimane. Credo che abbiamo giocatori di livello, con grande talento offensivo, come Kobe Bryant, Lou Williams, Nick Young e D’Angelo Russell. Io cercherò di inserirmi nel sistema e dare il mio apporto, ma voglio diventare il leader difensivo della squadra. In estate ho sostenuto diversi workout mirati a migliorare il mio posizionamento in difesa, devo ritornare alle mie prestazioni di almeno due stagioni fa.”

Il nativo del Queens si è soffermato in maniera più dettagliata su due giovani più attesi dei gialloviola nella prossima stagione, ovvero D’Angelo Russell e Julius Randle.

“Sono due ragazzi di sicuro avvenire, diventeranno dei campioni. D’Angelo non lo conoscevo, sono sincero: non l’avevo visto giocare al College. L’ho conosciuto quest’estate vedendolo in Summer League e devo ammettere che è un’atleta fantastico, ha tanti punti nelle mani ed ama alzare il ritmo del proprio gioco. Inoltre gli ho visto fare alcune schiacciate da cinema. Julius è un altro con un talento non comune a tutti: l’ho visto allenarsi duro nelle ultime settimane, soprattutto nel gioco spalle a canestro e nel tiro da fuori. E’ uno tosto.”

Hibbert non sarà l’unico volto nuovo in casa Lakers per la prossima stagione: su tutti spiccano un veterano come Brandon Bass, un cavallo di ritorno come Metta World Peace ed un “esordiente” di 32 anni come Marcelinho Huertas, play brasiliano ex Barcellona.

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in News NBA