Seguici su

Miami Heat

Dwyane Wade sempre più lontano da Miami

wade

Prima LeBron James ed ora Dwyane Wade. Per i tifosi dei Miami Heat sono mesi da incubi, dopo aver vissuto un sogno durato diversi anni, dove non cadere nello sconforto per l’addio, prima di James, ed ora, probabilmente, del capitano da tutta una vita (12 anni).

Wade è sul punto di uscire dal contratto coi Miami Heat che gli assicurerebbe, nelle proprie tasche, 16.1 milioni di dollari; ancora troppo pochi per chi ha la possibilità di strappare un accordo ad altre cifre (superiori) puntando a costruire fin da subito una squadra capace di lottare per il titolo, anche perchè il fisico (già over-sfruttato) non sarà più lo stesso col passare del tempo. L’anno scorso la stella di Miami accettò un contratto da 31 milioni di dollari totali (compresa la player option per la prossima stagione) per arrivare nel 2016 da free-agent, proprio nell’estate dove il cap passerà da 67 milioni di dollari a 89 milioni. Ma cosa gli ha fatto cambiare idea? Per il Miami Herald il capitano avrebbe intenzione di firmare un rinnovo triennale a partire da questa estate, ma la dirigenza Heat non sembrerebbe disposta a regalare un contratto sovra-stimato, secondo le richieste del giocatore, per altre due stagioni (oltre alla prossima).

In tutto questo è, quindi, intervenuto l’agente di Dwyane Wade, tal Henry Thomas:

“Wade ha passato un sacco di tempo coi Miami Heat, ha giocato cinque finals NBA e ne ha vinte tre. Continueremo a parlare per ottenere una soluzione che sia soddisfacente per entrambe le parti, ora stiamo valutando se ci potrà essere ancora spazio per lui a Miami oppure no.”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Miami Heat