Seguici su

News NBA

JJ Redick concorda con Ja Morant sulla bolla NBA: “È ben organizzata!”

Anche il cecchino dei Pelicans concorda con Ja Morant sulla vita nella bolla e sulle troppe critiche sterili

J.J. Redick

JJ Redick da ragione a Ja Morant sulla qualità della vita dei giocatori nella bolla NBA creata a DisneyWorld. Nei giorni scorsi, il candidato rookie dell’anno aveva lanciato una frecciatina all’indirizzo dei colleghi che si erano lamentati delle condizioni a DisneyWorld. Molte infatti le critiche mosse nei primi giorni: dalla qualità del cibo alle camere alle tanti analisi a cui sottoporsi.

Morant aveva risposto in un video, dichiarando come lui non sia un tipo nato con la camicia e che per questo a lui l’ospitalità ad Orlando vada bene. Un messaggio indiretto, ma assolutamente palese: siete professionisti, godetevi la bolla e pensate a giocare.

E proprio a supporto del giovane play è arrivato chi nella NBA ci ha passato quasi quindici anni, JJ Redick. Il 36enne nativo del Tennessee in una intervista a Rookie Wire ha spiegato come la vita della bolla sia tutt’altro che spiacevole:

“La vita nella bolla sta andando bene. Penso che Ja Morant abbia detto la verità: l’hotel va bene, il cibo va bene, tutto è ok. Noi siamo qui per giocare a pallacanestro, per raggiungere il nostro obbiettivo. Abbiamo una responsabilità e un lavoro da fare. Il resto è ok.”

E a giudicare dalle condivisioni social dei giocatori già arrivati a DisneyWorld non pare proprio che la vita sia così male. Tra chi va a pescare nei laghi del resort, chi si intrattiene col golf e chi ha arredato la propria camera con gadget personali di ogni sorta -televisori, saune portatili o anche camere iperbariche- non pare proprio che la vita ad Orlando sia così pessima.

Insomma, i mugugni della prima ora di alcuni sembrano far parte del passato. Da ora in poi bisogna godersi ciò che offre la bolla, concentrarsi sugli allenamenti e pensare agli imminenti playoff. A meno che non si vuole passare per viziati nati con la camicia. Ja Morant docet.

 

Leggi anche:

NBA, Kyrie Irving sbotta: “La mia vita non è solo giocare a basket!”

NBA, Russell Westbrook positivo al Coronavirus: non parte per Orlando

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA