Seguici su

Primo Piano

I migliori “Best Duo” che vedremo nella prossima stagione NBA

La stagione NBA 2019-2020 si preannuncia tra le più equilibrate degli ultimi anni

La stagione NBA 2019-2020 si preannuncia tra le più belle ed equilibrate degli ultimi anni. Questa volta non si partirà con la sensazione di avere una squadra sopra le altre, come lo erano stati i Golden State Warriors degli ultimi 1000 giorni. Il mercato NBA ha scombussolato ogni equilibrio, portando nuova linfa a Los Angeles, sia lato Clippers che Lakers, e Brooklyn. Da aggiungere anche la mossa di Houston, che ha salutato ufficialmente Chris Paul.

In più ci sono da valutare diverse riconferme come quelle di Milwaukee e Philadelphia, quest’ultima attesa da uno step ulteriore nel suo processo di crescita. Poi, ne siamo sicuri, non mancheranno le sorprese. Il migliore best duo?

 

11. Luka Doncic & Kristaps Porzingis

porzingis doncic

L’arrivo di Porzingis a Dallas potrebbe regalare nuova linga alla squadra che texana che non vede l’ora di testare l’ex stella dei New York Knicks insieme a Luka Doncic. Il Rookie of the Year, insieme al lettone saranno una delle coppie più ‘curiose’ da vedere. La genialità del primo con il talento del secondo potrebbe produrre tanto in casa Mavericks.

 

10. James Harden-Russell Westbrook

harden westbrook

Dopo i rapporti tesi delle ultime settimane tra James Harden e Chris Paul, gli Houston Rockets hanno deciso ufficialmente di privarsi del playmaker per regalare al ‘Barba’ un nuovo All-Star per provare definitivamente ad andare alla caccia del titolo NBA 2020. La franchigia texana negli scorsi giorni ha chiuso una trade con OKC che ha portato Russell Westbrook in maglia Rockets andando a ri-formare un coppia che si era già vista, parzialmente, ai tempi dei ‘vecchi’ Thunder.

Precedente1 di 10
6 Commenti

6 Comments

  1. Luchinho87

    15/07/2019 15:08

    Harden+Westbrook: Sulla carta una coppia devastante ma potenzialmente a rischio implosione dato l’ego dei protagonisti, è vero che hanno già giocato assieme ma l’Harden di OKC non è quello di oggi. Esplosivi, in tutti i sensi.

    Curry+Russel: Chiaramente l’intenzione della dirigenza era trovare un sostituto di Thompson in grado di inserirsi nei sistemi di Kerr, missione compiuta, quello da valutare è la second unit. Equilibrati.

    Lillard+Mc Collum: Una delle migliori coppie attualmente nella lega, finalmente sembra che la dirigenza stia cercando di dar loro un supporting cast di livello. Consolidati.

    Irving+Durant: i compagni di merenda si sono finalmente ritrovati, il potenziale è enorme, non hanno però più un parafulmine in grado di attirare le critiche e sappiamo quanto sia il punto debole di questi due. Entrambi non hanno ancora dimostrato di essere dei leader (emotivamente parlando) in grado di trascinare una squadra, riusciranno a farlo a Brooklyn (tra un anno)? Tracotanti.

    Aldridge+DeRozan: tanta qualità e consistenza tutta da esprimere, possono solo migliorare conoscendosi già da un anno, devono però essere ben supportati. Consistenti.

    Simmons+Embiid: se Simmons sistemasse quel maledetto tiro togliendo del lavoro al suo amicone, diventerebbero devastanti, l’unico loro punto debole è la poca esperienza, ma si faranno grazie anche alla squadra che gli è stata costruita attorno. Sbarazzini.

    Middleton+Antetokounmpo: Batman e Robin. Coppia indissolubile che farà ancora più male dello scorso anno, la dirigenza ha fatto di tutto per mantenere la squadra migliore dell’est, anche se hanno perso un giocatore come Brogdon, il cuore c’è. Scoppiettanti.

    Murray+Jokic: forti ed ambiziosi, dopo l’assaggio di playoff sicuramente hanno voglia di fare bene, sono quelli che non vuoi trovarti davanti nelle partite delicate, quelli che non te ne perdonano neanche una se sono in giornata, riusciranno però a ripetersi? Diabolici.

    Leonard+George: offensivamente ineccepibili, lavorano per la squadra e non sono egoisti, un ottimo connubio. Con Beverly sono 3 dei migliori difensori in circolazione, sarà un problema penetrare la difesa Losangelina. Granitici.

    Davis+James: Leader carismatici entrambi, uniranno le forze lasciando dove sono statistiche e premi personali (che arriveranno di conseguenza), hanno fame e con i personaggi che hanno in squadra sicuramente ne vedremo delle belle. Devastanti.

    Secondo me vi siete dimenticati di qualcunO:
    Porzingis+Doncic: Europei sulla stessa lunghezza d’onda, se Kripstas recupera dall’infortunio e torna l’unicorno che conosciamo, vedremo Cuban più fuori di testa del solito, saranno gli underdog di questa categoria e sicuramente metteranno i bastoni fra le ruote a molti, si intravedono giorni sereni a Dallas. Old School.

  2. Giorgio

    15/07/2019 16:12

    Concordo sul fatto che manca la coppia Doncic-Porzingis, che ne batte come minimo due o tre di queste dieci, ma non dimentichiamoci di Brown-Tatum.. per me almeno uno dei due quest’anno sarà un all star e/o in lotta per il titolo di giocatore più migliorato.

    • Luchinho

      16/07/2019 09:13

      Inoltre se torna in salute, il duo Wall+Beal è davvero da grattacapi, vedremo se il buon John recupera o se invece tornerà l’Isaiah Thomas dei tempi di Boston e allora il duo tremendo sarà Thomas+Beal.
      Washington sembra un cantiere aperto!

  3. Claudio

    16/07/2019 00:05

    Ma Utah con Mitchell + Conley proprio non la volete considerare? Ne riparleremo ad aprile quando saranno davanti a molte di quelle citate nell’articolo!

  4. DM81

    16/07/2019 09:40

    Ritengo che si debbano includere nel novero anche Conley+Mitchell di Utah. Considerando la composizione del quintetto (meglio assortito nei ruoli rispetto ad altre concorrenti dirette) e coach Snyder, ritengo che ad aprile possano avere una media superiore a molte delle squadre incluse in questa top ten.

  5. Giorgio

    17/07/2019 14:21

    Certo, Mitchell e Conley sono un altro super duo e con l’arrivo ulteriore di Bogdanovic, i Jazz si candidano ad essere a sorpresa una big ad ovest. Isaiah quest anno dovrebbe essere fisicamente a posto, speriamo di rivederlo king of the fourth, anche se forse a Boston, in Carsen Edwards hanno trovato il nuovo Thomas! A proposito, Doncic e Porzingis sono stati aggiunti, ma Brown e Tatum li consideriamo ancora solo delle promesse?

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Primo Piano