Seguici su

News NBA

Okafor non viaggia con Phila, partenza in vista?

Il lungo dei 76ers non è partito con la squadra alla volta di Charlotte per il match contro gli Hornets, possibile una trade che lo coinvolga a breve

okafor

Jahlil Okafor è uno dei nomi caldi negli ultimi giorni per quanto riguarda il mercato NBA. Il lungo dei Philadelphia 76ers è l’indiziato numero uno a lasciare la città dell’amore fraterno visto l’affollamento e la qualità in prospettiva nel reparto lunghi, tra i vari Joel Embiid, Dario Saric e Nerlens Noel.

Non che Okafor non sia talentuoso, anzi – soprattutto nella metà campo offensiva – ma a volte bisogna fare delle scelte sofferte e la dirigenza dei Sixers ha deciso di sacrificare il prodotto di Duke per cui gli estimatori in giro per la Lega non mancano. Hanno bussato alla porta di Phila tra gli altri Denver Nuggets, Chicago Bulls e soprattutto New Orleans Pelicans, che al momento paiono in pole position nella corsa a Okafor.

Secondo quanto riportato dagli insiders statunitensi, NOLA offrirebbe in cambio per Okafor una scelta al primo giro nel Draft 2018 e Alexis Ajinça. Una proposta che dovrebbe convincere i 76ers ad accettare ma per la quale si sono presi ancora qualche giorno per riflettere. Nel frattempo il nativo di Chicago, Illinois, viene tenuto a riposo per salvaguardarne l’integrità fisica ed evitare infortuni che facciano saltare l’affare.

Non a caso Okafor non è sceso in campo sabato nella vittoria dei suoi contro i Miami Heat e non giocherà nemmeno stasera in trasferta contro gli Charlotte Hornets visto che non è salito sull’aereo che ha portato i compagni in North Carolina, come riportato da Keith Pompey del The Philadelphia Inquirer. Non è dato sapersi con precisione quando avverrà la chiusura della trade ma non è detto che la cosa sia imminente.

Stiamo entrando infatti nella settimana dell’All-Star Weekend, che si svolgerà il prossimo fine settimana in quel di New Orleans, Louisiana, e quindi il calendario subirà uno stop forzato e in maniera involontaria favorirà l’intensificarsi dei movimenti di mercato. Chissà che Okafor, designato a giocare venerdì nel team statunitense il Rising Stars Challenge, non incominci a prendere le misure ai canestri dello Smoothie King Center che presto potrebbe diventare la sua nuova casa.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA