Seguici su

Playoffs NBA 2015

Milwaukee è ancora viva: vittoria su Chicago e serie sul 1-3

MILWAUKEE – E’ partita da Win Or Go Home per i padroni di casa, Chicago infatti vuole tornare sulle sponde del lago Michigan solamente per giocarsi le semifinali di Conference, ma per farlo deve prima passare, ancora una volta (la serie è sul 3-0), sul campo di Antetokounmpo & co.

Primo quarto: match completamente diverso rispetto a Brooklyn-Atlanta. I ritmi son elevati sin dal primo secondo. A rompere il ghiaccio ci pensa Derrick Rose: bomba dall’arco. Milwaukee risponde subito, infilzando quattro canestri consecutivi. Chicago fatica a trovare soluzioni all’interno dall’area e lavora da dietro la linea dei tre punti: prima con Butler e poi con Dunleavy (9-8 per i Bulls a 7’30”). Partita che non ha respiro: Ilyasova piazza la bomba immediata che riporta i suoi avanti (9-11), ma Dunleavy ha preso fiducia: penetrazione e 2 punti (11-11). Sugli spalti si sentono fortemente anche i tifosi di Chicago, venuti in massa per Gara-4. Ricordiamo che Milwaukee dista circa 1 ora e 30 di macchina dalla cittadina dell’Illinois. Il match riprende e la battaglia sul campo si fa sempre più serrata. Chicago trova le giuste misure per attaccare gli avversari all’interno dell’area con Pau Gasol che va a segno. Continua il buon lavoro offensivo anche di Jimmy Butler. I Bulls si portano sul 21-17 a 1’30” dal termine del primo quarto costringendo Miwaukee al timeout. Al rientro delle operazioni si rivede in campo Nikola Mirotic, mentre D-Rose va subito in lunetta per i tiri liberi che portano Chicago a +6 (23-17). OJ Mayo si assume le sue responsabilità e con un long-two si iscrive alla partita. I primi 12 minuti si concludono quindi su 23-19 con Jimmy Butler che cancella l’arrembata finale dello stesso Mayo, salito in cielo per il lay-up sulla sirena.

 

Secondo quarto: il secondo periodo di gioco si apre con la prova balistica dalla lunga distanza delle due compagini che con Mirotic, Dudley e Mayo portano il risultato sul 25 a 28 per gli ospiti prima di osservare una pausa per valutare il Flagrant I subito da Gibson che subisce una brutta caduta lottando a rimbalzo, per fortuna senza conseguenze. Milwaukee a 7’40” si riporta avanti con un bel canestro di Middleton (30-31) che raccoglie i frutti del suo taglio verso canestro; poco dopo, sempre durante un azione offensiva dei padroni di casa, Brooks e Bayless sfiorano la rissa e la partita deve essere nuovamente interrotta dagli arbitri per revisionare il tutto e decidere le conseguenze: Flagrant I per Brooks e fallo tecnico per Bayless che sanciscono il 33-30 temporaneo (16-2 di parziale per Milwaukee). I Bulls sembrano essere intontiti e assolutamente lontani parenti dalle prime tre uscite (sono già 14 le palle perse in un quarto e mezzo), mentre Milwaukee viaggia a percentuali ottime e soprattutto mostra energia e idee in entrambe i lati del campo tanto da costringere coach Thibodeau al timeout riparatore sul 40-30 per i padroni di casa con 5:49 minuti ancora da giocare prima della sirena del primo tempo. Il minuto di riposo produce dividendi a scoppio ritardato perchè i Bulls prima si allontanano ancor piu’ dei 10 punti precedenti, e poi sfornano un parziale di 6-0 che li riporta perlomeno ancora in gioco (46-39) dopo il lay-up di Nikola Mirotic, recuperato miracolosamente per questa partita dopo l’infortunio che sembrava doverlo tenere fermo fino a fine serie. Gli ultimi 120 secondi del primo tempo regalano altre emozioni degne di nota come la stoppata subita da Rose e i colpi ai fianchi di Jimmy Butler (23 punti con 8/12 dal campo) che conclude il quarto col buzzer beater che regala il pareggio alla sua squadra: alla sirena il risultato è di 50-50.

Terzo quarto: il secondo tempo vede due minuti di totale assenza di canestri dal campo fino a che Pachulia non decide di dare uno strappo alla carestia con due punti segnati comodamente da 1 centimetro su assistenza di MCW. Ma il protagonista è colui che ha lasciato lo zampino alla fine del primo tempo, ed è sempre Jimmy Butler la potenza offensiva incontenibile per i padroni di casa che comunque tengono botta e il vantaggio di un punto anche sul primo time-out chiamato con 5:50 sul cronometro. La partita scorre piacevolmente con le due squadre che continuo a contendersi il vantaggio: se da una parte entrano in scena anche Gasol e Dunleavy, dall’altra è il turno di Giannis che infila una serie di canestri per il vantaggio Milwaukee 69-66 a 2’30”. Il risultato al termine del terzo quarto premia i padroni di casa che contengono le sortite offensive degli ospiti: 73-71. Da segnalare l’opaca prestazione di Derrick Rose sin qui con 5 punti (1/8 dal campo) e 6 palle perse in circa 26 minuti di gioco. Un altro giocatore rispetto a quello visto in gara-3 quando ne segno 34 in 48 minuti.

Quarto quarto: Milwaukee continua a volare sulle ali dell’entusiasmo anche in questo ultimo periodo con due canestri consecutivi di OJ Mayo che costringono coach Thibo a sprecare un timeout sul risultato di 80-73 a circa 10 minuti dal termine. Confusionari i Bulls in attacco, l’unico realmente pericolo è ancora Jimmy Butler. L’uscita dal timeout è buona per gli ospiti: arriva subito un canestro da due punti e subito dopo altri 2 canestri consecutivi da parte di un pessimo, sin a quel momento. Nel mezzo una tripla di Middleton. Timeout per i Bucks sul 77-83. Anche in questo caso l’uscita dalla pausa è regale: arrivano due realizzazioni fondamentali e si alza l’energia difensiva. Chicago va in seria difficoltà, ritrovandosi sotto 87-79 a 4’33” dal termine. Ancora una volta coach Thibo deve fermare l’emorragia chiamando un nuovo timeout. D-Rose torna con una nuova zingarata nell’area avversaria e realizza due punti importanti. Ma non è finita qua. Jimmy Butler piazza un’altra strepitosa tripla per il -3 Chicago a 2’17” dal termine (84-87 per Milwaukee). Finale tutto da vivere. Mayo a 1.43 mette la bomba che riallontana i Bulls a 6 lunghezze. Pochi secondi prima lo stesso ex giocatore di Dallas si era visto annullare una tripla per lo scadere dei 24 secondi: chiamata giusta degli arbitri che hanno sfruttato il vitale Instant-Replay per verificare il tutto.  La risposta di Chicago arriva subito: Derrick Rose, con una tripla importante, tiene vive le speranze dei suoi. Dopodiché serve un assist qualitativo a Pau Gasol che a 38.4 secondi dal termine delle ostilità segna il canestro e subisce fallo per il pareggio di Chicago 90-90. Milwaukee ha nelle mani la palla del sorpasso, ma la compagine guidata da Thibo fa un buon lavoro difensivo e recupera palla. Sul possesso successivo, l’ultimo, D-Rose registra una sanguinosa palla persa con Middleton che chiama timeout a 1.3 secondi dal termine. Uscita dal timeout con una idea ben chiara: andare da Bayless. Schema riuscito alla perfezione con la guardia che, smarcato sotto canestro, segna una facile layup sulla sirena. Vittoria finale per Milwaukee che spegne il sogno di sweep dei Bulls: 92-90.

 

Serie ora sul 3-1 a favore di Chicago.

 

Final

Chicago at Milwaukee
TeamsROT1234TOddsBet Final
CHI7472327211990190Under: 182
MIL74819312319924Cover: +6
Refresh: Off | 30 | 60

Chicago Bulls

REBOUNDS
PLAYERPOSMINFGM-A3GM-AFTM-A+/-OFFDEFTOTAPFSTLTOBLKPTS
Jimmy ButlerG39:5612-175-74-4160772234133
Derrick RoseG38:465-132-42-2150556117114
Mike DunleavyF34:284-52-30-0151453312110
Pau GasolF33:405-100-06-71828104415216
Joakim NoahC29:502-50-00-2-21055430104
Taj Gibson24:053-70-02-4-14123201118
Nikola Mirotic20:032-71-40-02011222305
Aaron Brooks8:360-20-00-1-16000031110
Tony Snell7:260-20-00-0-16112020100
TOTAL23733-6810-1814-205333823201025790
48.5%55.6%70.0%

Milwaukee Bucks

 

REBOUNDS
PLAYERPOSMINFGM-A3GM-AFTM-A+/-OFFDEFTOTAPFSTLTOBLKPTS
Khris MiddletonG45:434-151-61-101341122110
Michael Carter-WilliamsG25:294-110-00-0-11022511208
Giannis AntetokounmpoF26:043-70-04-6-111782311010
Ersan IlyasovaF16:313-111-52-2-3112022109
Zaza PachuliaC22:263-60-02-49235136108
Jared Dudley28:525-103-40-0121125322113
John Henson25:343-70-00-2-7325231246
Jerryd Bayless25:123-90-14-562135200010
O.J. Mayo23:316-114-62-2131234342018
TOTAL23934-879-2215-2212223425211913692
39.1%40.9%68.2%

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Playoffs NBA 2015