“Warriors vs Bulls ’96? Presto per un paragone”. Parola di Tony Parker

“Warriors vs Bulls ’96? Presto per un paragone”. Parola di Tony Parker

Il play dei San Antonio Spurs, alla vigilia della sfida contro Golden State, ha voluto dire la sua opinione tra il confronto che vede questi Warriors e la leggendaria formazione dei Bulls detentrice del record di vittorie in regular season.

tony parker golden state warriors

A 14 partite dalla fine della regular season e con un tabellino personale che recita 62 vittorie a fronte di sole 6 sconfitte, i Golden State Warriors sono veramente prossimi a sfatare un tabù con il quale hanno dovuto confrontarsi dall’inizio della stagione: battere il clamoroso record di vittorie in stagione regolare dei Chicago Bulls della stagione 1995-96 che arrivarono ai playoffs con ben 72 partite vinte e 10 perse, vincendo ovviamente il titolo.

Il paragone tra la squadra guidata da Steph Curry e quella storica di Jordan, Pippen e Rodman (e che annoverava tra gli interpreti anche l’attuale allenatore di Golden State, Steve Kerr) ha tenuto tifosi, giocatori ed opinionisti sull’attenti per tutto questo campionato e dividendoli tra chi semplicemente considera tutto ciò una blasfemia e chi invece incorona gli attuali Warriors come successori di quella leggendaria compagine e che quindi li vede assolutamente favoriti per la conquista di un nuovo record.

A tornare sull’argomento è tornato di recente Tony Parker, una delle colonne portanti dei San Antonio Spurs ritenuti da moltissimi l’unica squadra in grado di poter tenere testa a Curry e soci (quantomeno ad Ovest). Ecco le parole del francese raccolte per noi da Jeff McDonald del San Antonio Express News:

“Devo dire che stanno facendo (i Golden State Warriors, ndr) una stagione incredibile. Sono da 15 anni in questa lega e so quanto sia difficile arrivare a 70 vittorie con tutti i back-to-back che ci sono e le grandissime squadre che fanno parte di questo campionato, quindi è davvero impressionante. Ma fare un paragone tra loro e  quei Chicago Bulls è davvero difficile. I Bulls in quel periodo hanno vinto 6 titoli in 8 anni, quindi bisogna dare a questi Warriors un po’ più di tempo per vedere come se la caveranno, giudicarli dopo un periodo di 10 anni e constatare se abbiano avuto o meno una longevità. Noi Spurs siamo un esempio di ciò, abbiamo vinto 5 titoli dal 1999, ed è così che si giudicano le squadre”.

Spurs e Warriors si incontreranno ancora 3 volte fino al termine della stagione, compresa la partita di stanotte in Texas e siamo sicuri che Parker e e tutti gli Speroni tenteranno di fare uno sgambetto a Golden State e di rendere la sua corsa verso la gloria leggermente più difficile.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy